puntatore

The Holy Bible And Cross

potere alla storia

potere alla storia

Blog Archive

Partecipiamo

Partecipiamo
Historical Fiction Challenge 2012

consigliati da noi

consigliati da noi

l'artiglio del leone

avevano spento anche la luna

sosteniamo

SOSTENIAMO ---------- Image and video hosting by TinyPic

POST PIU CLICCATI

POST PIU CLICCATI

div

div

legge

div

div

serie TV1

Serie Tv interessanti:

borgia

borgia

the tudors

the tudors

downton abbey

downton abbey

titanic

titanic

div

div

GEMELLATO CON

IL BLOG è GEMELLATO CON:

collaboriamo

collaboriamo

slidCollabora


Fine_Sogno. Powered by Blogger.
mercoledì 9 marzo 2011

Antonella Santonico

Buon giorno a tutti oggi iniziamo la giornata con una piacevole intervista ad ANTONELLA SANTONICO autrice del romanzo "Il segreto di Susan"


Prima di iniziare vi illustro il romanzo, trovate la mia recensione  QUI



Titolo: Il segreto di Susan
Autore: Antonella Santonico
Editore: Montecovello (terza edizione)
Pagine: 180

Trama

Nella Londra dell’affascinante epoca vittoriana e durante la rivoluzione industriale, che fanno da sfondo alla storia, Susan è divisa tra due grandi amori, ai quali non vuole rinunciare.
Tutto ruota attorno ad un segreto che la giovane protagonista non può svelare suo malgrado, in quanto è stata ricattata da un uomo malvagio e senza scrupoli ed il lettore rimane fino alla fine in una suspense continua.
Tratto da un fatto realmente accaduto, il romanzo in alcuni punti è toccante e commovente, in altri ironico, narrando come una cinepresa a tutto campo, gli usi ed i costumi dell’800 inglese ed evidenziando l’enorme differenza tra le due classi sociali: quella operaia che rasentava la sopravvivenza e la nobiltà che, al contrario, ostentava una ricchezza smisurata e alla quale era conferito il potere assoluto, persino sulla vita delle persone.

Ed ecco qua la chiacchierata con l'autrice:


1) CHI E’ ANTONELLA SANTONICO?

Mi ritengo un’artista a 360°: fin dall’adolescenza mi sono cimentata nella recitazione, nel ballo, nel canto (che tutt’ora pratico) e soprattutto nella scrittura oltre a coltivare parallelamente la lettura la quale, tra l’altro, è fondamentale per poter acquisire una buona dialettica e la padronanza della lingua.
Sono una persona solare e semplice ma con dei gusti raffinati; adoro sperimentare esperienze nuove e vivere la vita al 100 % senza lasciarmi alle spalle nulla di intentato, per non dover mai recriminare di aver perso qualche buona occasione!

2) “IL SEGRETO DI SUSAN” E’ UN SOGNO DI BAMBINA CHE SI E’ REALIZZATO. RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA DI SCRITTRICE APPENA TREDICENNE.

L’idea di scrivere una storia, un romanzo, è nata per caso sui banchi di scuola all’ora di ricreazione. Improvvisamente ho avuto una fortissima ispirazione e ho iniziato a vedere nella mia mente alcune scene di un’ipotetica storia, ambientata chiaramente nell’800 in Inghilterra o in Francia. Ricordo che in un mese scrissi di getto tutta la storia che suddivisi in dieci capitoli e la intitolai “SOGNI SEGRETI”.
Ero molto orgogliosa di averla scritta e già sognavo di pubblicarla.

3) TUO PADRE ALL’EPOCA NON HA CREDUTO NELLE TUE DOTI DA SCRITTRICE, SPRONANDOTI COSI’ A MIGLIORARE E NON MOLLARE. PROVI RABBIA O RISENTIMENTO PER QUESTO?

Mio padre era il classico “padre-padrone” che dettava legge in famiglia però mi amava molto ed ha sempre cercato di spianarmi la strada ma dal suo punto di vista però! Infatti non ha mai riconosciuto le mie svariate doti artistiche e quando gli chiesi un aiuto per cercare un editore, lui mi snobbò ridendomi in faccia. “Abbiamo una scrittrice in famiglia…” pensò ad alta voce e quella fu per me come una pugnalata.
Confesso che in un primo momento ho avuto del risentimento verso mio padre e tanta rabbia per il fatto che non mi avrebbe aiutata. E’ come se mi avesse lanciato una sfida: quella di poter realizzare il mio “sogno nel cassetto” non appena sarei diventata indipendente e questo è accaduto venticinque anni dopo.
Adesso che sono passati tanti anni da allora e mio padre non c’è più, se potessi parlare con lui lo ringrazierei per avermi fatto capire che nella vita le soddisfazioni più belle sono quelle che si ottengono combattendo e che gli dedico questo libro e tutti quelli che scriverò!

4) COSA TI HA SPINTO IN ETA’ ADULTA A RIVEDERE, MODIFICARE, CORREGGERE E PUBBLICARE IL TUO ROMANZO?

Essendo fatalista credo fermamente che nulla viene per caso. Un giorno, mentre guardavo la televisione, sono rimasta colpita dalla pubblicità di un Corso di scrittura creativa a fascicoli così decisi di provare. Una volta terminata la raccolta ho studiato da autodidatta come si scrive un libro poi ho ripreso in mano il dattiloscritto pensando di sistemarlo un po’ invece rileggendolo mi sono resa conto che la struttura della storia non aveva un filo logico.
Ho avuto il coraggio di eliminare tutto tenendo buona solo l’ambientazione e qualche personaggio. A quel punto avevo bisogno di uno spunto per la trama di una nuova storia e pensai “Se è destino lo troverò altrimenti questo libro resterà il sogno di una bambina”. Poco tempo dopo una mia conoscente mi ha raccontato una aneddoto successo in gioventù ad una signora di sua conoscenza che proprio quel giorno si era confidata con lei: involontariamente avevo trovato il fulcro della mia storia.
Quell’estate, mentre ero sulla riva del mare, mi è venuta l’ispirazione per costruire la trama della storia dall’inizio alla fine e dopo le vacanze l’ho subito iniziata a scrivere con l’idea di cercare in seguito una casa editrice disposta a pubblicarla.

5) QUAL’E’ IL MESSAGGIO CHE VUOI LANCIARE E CONDIVIDERE CON “IL SEGRETO DI SUSAN”?

Innanzitutto che il vero amore, come quello impossibile tra Susan, una ragazza del popolo e andrei un nobile, riesce sempre a superare ogni ostacolo.
C’è poi il messaggio dell’amicizia sincera come quella tra Susan e la cuoca Yvonne. Solo a lei infatti la protagonista confida il suo segreto, certa che non sarà mai tradita ed infine, ma non ultimo per importanza, c’è il messaggio del perdono, come atto sublime che risana le antiche ferite e che non tutti sono in grado di mettere in pratica e comunque non sempre.


6) E’ VERO CHE DAL TUO LIBRO VERRA’ REALIZZATO UN FILM? CHE EMOZIONE HAI PROVATO DI FRONTE A QUESTA PROPOSTA?

L’idea di trarre un film l’ho avuta già mentre stavo scrivendo il testo della storia pertanto dopo aver pubblicato il romanzo ho iniziato a cercare un regista e un produttore. Purtroppo si tratta di un film in costume ed alcune riprese dovranno essere fatte all’estero di conseguenza i costi di produzione saranno notevoli. Per questo motivi tanti registi che ho contattato, mi hanno dato la loro disponibilità solo a condizione che io avessi trovato i finanziamenti necessari.
Un giorno un mio collega mi disse che avrebbe avuto una parte in un film così gli chiesi i mettermi in contatto con il regista ma lui glissò la mia richiesta. Dopo qualche anno lo incontrai casualmente al bar e mi venne spontaneo di chiedergli del film. Con orgoglio m’informò il film è stato girato e che addirittura è stato premiato all’estero. Gli chiesi allora il titolo ed il giorno seguente in internet e non solo trovai il nome del regista ma anche tutti i suoi recapiti così lo contattai proponendogli di leggere il testo per valutare un’eventuale trasposizione cinematografica.
Lo lesse in un giorno, rimanendone entusiasta e disse che il film che farebbe emozionare adulti e adolescenti. Abbiamo deciso così di scrivere insieme la sceneggiatura e cercare gli sponsor.
Se il progetto andrà in porto, come spero, solo allora potrò dire di essere felice ed emozionata. Per ora dico solo che “se son rose fioriranno”.

7) HAI ALTRE PRODUZIONI LETTERARIE “IN CANTIERE”?

Sto ultimando due libri: uno è un saggio/autobiografico sul tema della Reincarnazione, dove racconto alcune esperienze forti della mia vita intorno ai quarant’anni, arricchito anche da molti ricordi e riflessioni. Il titolo è: “LA MIA VITA, LE MIE VITE. Un’anima antica si racconta”. E’ un libro profondo ed introspettivo che fa meditare sul senso della vita, la cui ispirazione mi è venuta dopo una Canalizzazione (Channeling) con la quale mi sono messa in contatto, tramite una medium, con un’Entità disincarnata che in una vita precedente ha avuto un legame con me. E’ stata credo l’esperienza più bella e commovente che abbia mai fatto nella mia vita!
L’altro è un romanzo scritto a quattro mani. Il titolo è “30enni. Storie vere in una Milano d’oggi”. Attraverso l’intreccio delle storie di tre ragazze ed un ragazzo, racconto come vive la gioventù di oggi, con tutti i suoi problemi, le esperienze provate e quelle ancora da provare, le crisi esistenziali e quelle amorose ma, fondamentalmente, la paura di spiccare il volo per diventare finalmente adulti.

8) NEL 2005 HAI DOVUTO LOTTARE PER SCONFIGGERE UN TUMORE AL SENO SOTTOPONENDOTI A CICLI DI CHEMIO E RADIOTERAPIA ESTENUANTI. RACCONTI CHE SEI RIUSCITA A TROVARE IL “LATO POSITIVO DELLA MALATTIA”. HAI VOGLIA DI RENDERCI PARTECIPI?

Nel libro autobiografico LA MIA VITA, LE MIE VITE ho dedicato un intero capitolo alla malattia che mi ha colpita così duramente ma che fortunatamente ho anche superato brillantemente, proprio grazie alla scrittura creativa alla quale devo molto!
E’ stata una prova difficile, una bella mazzata, però ho saputo cogliere il lato positivo di quella situazione cioè avere sei mesi di tempo da dedicare completamente alla stesura del mio libro, che avevo iniziato qualche mese prima ed avere così la possibilità di poterlo terminare.

9) E’ DIFFICILE PER UNO SCRITTORE ESORDIENTE TROVARE UNA CASA EDITRICE DISPOSTA A PUBBLICARLO?

Più che difficile è quasi impossibile per quanto riguarda le vere case editrici, quelle cioè che pubblicano senza chiedere un contributo spese, che promuovono e supportano l’autore e distribuiscono a livello nazionale le sue opere.
In tutti gli altri casi si parla di “tipografi travestiti da editori” cioè case editrici A PAGAMENTO nella cui rete spesso e volentieri cadono gli autori esordienti, impazienti di vedere la loro opera pubblicata e senza capire che così facendo non solo spendono parecchi soldi (dai 1.500,00 € ai 3.000,00 € e oltre) che probabilmente non recupereranno mai inoltre rischiano anche di rovinare il proprio curriculum in quanto, le case editrici a pagamento pubblicano tutto, senza fare però l’editing né la correzione di bozze, fasi essenziali della revisione di un testo, al fine di correggere ogni sorta di errore e refuso nonché per sistemare i punti deboli, in modo da renderlo il più perfetto possibile, sapendo che poi verrà giudicato e criticato sia dai lettori che dalla stampa.
Il mio consiglio è quello di chiedere fin da subito all’editore se chiede o meno il pagamento, sotto ogni forma, per pubblicare un inedito e di non firmare subito la proposta contrattuale ma di vagliarla con calma, avvalendosi possibilmente del parere di un avvocato o di una persona esperta in materia editoriale, come ad esempio le Agenzie Letterarie le quali offrono all’autore anche il servizio di valutazione del testo e se lo ritengono valido lo propongono alle case editrici serie.

10) QUALI GENERI LETTERARI AMI LEGGERE?

Da ragazzina amavo molto i gialli ed i libri di avventura poi ho iniziato a divorare i romanzi rosa che parlano d’amore.
Recentemente ho letto tutto d’un fiato la Saga di Ramses e quella di Harry Potter appassionandomi successivamente anche ai Thriller di Faletti e alla trilogia di Millennium. Attualmente leggo tutto ciò che tratta argomenti di mio interesse sia per svago che per motivi di lavoro.

11) UN’ULTIMA DOMANDA: COME T’IMMAGINI LA TUA VITA FRA DIECI ANNI?

Supponendo di sopravvivere al 2012, anno in cui alcuni prevedono la fine del mondo, spero di aver dato una svolta alla mia vita: il mio sogno infatti sarebbe quello di poter fare il lavoro di scrittrice a tempo pieno e non si sa mai quali sorprese può riservati la vita…

Ti ringraziamo per essere stata nostra ospite e ti auguriamo un grosso in bocca al lupo!!!






0 pensieri:

add

add1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... http://www.wikio.it

traduttore

Search

Caricamento in corso...

le ultime recensioni

le ultime recensioni
clicca l'immagine

la voce

il dono

kayla

I nostri lettori

Chi ci segue?

I miei lettori

Follow Twitter

bottone wikio

http://www.wikio.it

facebook

Aspettiamo

Aspettiamo
clicca l'immagine

14 novembre

14 novembre

22novembre

div

div

icone giudizio

Icone di giudizio

Icone di giudizio ...^^

Icone di giudizio ...^^

div

div

archivio

archivio

Blog Archive

div

div

librerie anobii

LE NOSTRE LIBRERIE SU ANOBII

lib.Fine

LIBRERIA FINE

anobii F

lib.Sogno

LIBRERIA SOGNO