puntatore

The Holy Bible And Cross

potere alla storia

potere alla storia

Blog Archive

Partecipiamo

Partecipiamo
Historical Fiction Challenge 2012

consigliati da noi

consigliati da noi

l'artiglio del leone

avevano spento anche la luna

sosteniamo

SOSTENIAMO ---------- Image and video hosting by TinyPic

POST PIU CLICCATI

POST PIU CLICCATI

div

div

legge

div

div

serie TV1

Serie Tv interessanti:

borgia

borgia

the tudors

the tudors

downton abbey

downton abbey

titanic

titanic

div

div

GEMELLATO CON

IL BLOG è GEMELLATO CON:

collaboriamo

collaboriamo

slidCollabora


Fine_Sogno. Powered by Blogger.
giovedì 31 marzo 2011

La ragazza gigante della contea di Aberdeen

Titolo: La ragazza gigante della contea di Aberdeen
Autore: Tiffany Baker
Editore: Zero91
pagine: 416

descrizione

Quando la madre di Truly Plaice rimase incinta, l’intera cittadina di Aberdeen si riunì per scommettere sul peso del nascituro che era stato capace di deformare così tanto la donna da farle assumere proporzioni epiche.
La giovane Truly pagherà il prezzo della sua enormità. Suo padre la incolpa per la morte della madre avvenuta durante il parto e non è assolutamente equipaggiato per crescere la figlia gigante e sua sorella maggiore, Serena Jane, la personificazione della perfezione femminile.
Mentre le notevoli dimensioni di Truly la rendono oggetto di curiosità e umiliazioni costanti, la bellezza di Serena Jane si dimostra essere una benedizione e una maledizione.
Il fatto di essere la più bella ragazza della città la farà infatti diventare l’ossessione di Bob Bob Morgan, il più giovane del clan dei Morgan, dottori di Aberdeen da generazioni. Bob Bob darà il via a una catena di eventi che cambierà il destino dell’intera contea.
Al destino di Serena Jane è legata anche Truly diventando lei stessa uno degli obiettivi dell’intenso interesse di Bob Bob. Scoprendo però il segreto della famiglia Morgan, il libro delle ombre, nascosto da Tabitha, moglie-strega del primo dottore di Aberdeen, avrà la possibilità di trovare la chiave per il suo unico futuro possibile.



RECENSIONE e PENSIERO


La protagonista di questa "grossa" storia è Truly, una ragazza che nasce nella piccola cittadina  di Aberdeen; in questo piccolo paese nulla è dato al caso , le stranezze, sono cosa rara,  oggetto di critica e a volte disprezzo... lo sa molto bene Truly!

Già dalla nascita il suo corpo non era "normale", diciamo che era di costituzione abbastanza grossa! Mentre lei nasceva, sua madre veniva a mancare. 

Dopo la perdita della moglie, il padre non riesce a darsi pace e la sua figura, da genitore, sarà assente nella vita di Truly e Serena la perfetta sorella maggiore, venerata da tutti.


... ... Mi poggiò una mano sulla testa, e in quel momento desiderò di poter essere più bravo a raccontare storie, desiderò di inventarne una dove il gigante non era cattivo ma solo incompreso, dove la principessa era enorme (più grande era meglio andava) dove la bellezza esteriore doveva sempre rispecchiare quella interiore, ... ...

Ben presto anche il padre incontrerà la morte, e la vita delle due ragazze prenderà due strade completamente diverse. 


.... Forse non eravamo sorelle come quelle ragazze in Piccole Donne o in qualsiasi altro libro che avessi letto, ma lei era comunque l'unica parente che avevo. Tra le due, mi dicevo, lei era probabilmente quella messa peggio e, devo ammetterlo, una piccola parte di me ne era lieta. ... ...


Il cammino di questa ragazza "gigante" sarà tempestato di avvenimenti più o meno drammatici, uno di questi, che la tormenterà quasi fino alla fine del racconto è la lontananza dalla sorella; ma ci saranno anche persone a lei vicine, e un segreto nascosto da anni, nella famiglia del ex marito della sorella, che solo lei riuscirà a scovare.




Una storia singolare e ben scritta, a volte simpatica anche se devo dire che questo tipo di simpatia a me non è piaciuto, anzi mi ha rattristito ancora di più. 
Il racconto a tratti mi è risultato un pò noioso , un suseguirsi di tristezze e ingiustizie che mi hanno portata più di una volta a dire "E che cavolo tutte a lei?"
Ogni personaggio è caratterizzato da una particolarità caratteriale che sovrastava le altre a volte anche troppo marcata ( a parer mio).
Devo dire, che anche se la storia risulta a tratti scontata, alcune vicende attirano la curiosità del lettore, che  arrancando arriva alla fine.
La mia simpatia è ricaduta subito sull'amica Amelia, che nonostante  descritta in modo da farla risultare fragile, secondo me era una delle figure più forti , anche qui tristezza assoluta e se leggete il romanzo capite il perché!!! 
Malgrado fossi risultata un pò banale, avrei giocato più sul racconto di Tabitha la bis-bis-nonna "maga".


Un romanzo che attira.... ma sinceramente non mi ha convinta....













2 pensieri:

Giuliana ha detto...

Anch'io l'ho letto e recensito e le nostre impressioni sono molto simili! Anche se non convince al 100% non mi sono pentita di questa lettura, perchè ci serve una dose di cruda realtà :)

Fine ha detto...

Si concordo.. la "cruda" realtà ci sta sempre bene, non mi sono pentita neppure io della lettura...Solo che secondo me il finale è scontato, mi aspettavo qualcosa di più!!!

add

add1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... http://www.wikio.it

traduttore

Search

Caricamento in corso...

le ultime recensioni

le ultime recensioni
clicca l'immagine

la voce

il dono

kayla

I nostri lettori

Chi ci segue?

I miei lettori

Follow Twitter

bottone wikio

http://www.wikio.it

facebook

Aspettiamo

Aspettiamo
clicca l'immagine

14 novembre

14 novembre

22novembre

div

div

icone giudizio

Icone di giudizio

Icone di giudizio ...^^

Icone di giudizio ...^^

div

div

archivio

archivio

Blog Archive

div

div

librerie anobii

LE NOSTRE LIBRERIE SU ANOBII

lib.Fine

LIBRERIA FINE

anobii F

lib.Sogno

LIBRERIA SOGNO