puntatore

The Holy Bible And Cross

potere alla storia

potere alla storia

Blog Archive

Partecipiamo

Partecipiamo
Historical Fiction Challenge 2012

consigliati da noi

consigliati da noi

l'artiglio del leone

avevano spento anche la luna

sosteniamo

SOSTENIAMO ---------- Image and video hosting by TinyPic

POST PIU CLICCATI

POST PIU CLICCATI

div

div

legge

div

div

serie TV1

Serie Tv interessanti:

borgia

borgia

the tudors

the tudors

downton abbey

downton abbey

titanic

titanic

div

div

GEMELLATO CON

IL BLOG è GEMELLATO CON:

collaboriamo

collaboriamo

slidCollabora


Fine_Sogno. Powered by Blogger.
mercoledì 31 agosto 2011

Anteprima "BLUE" di Kerstin Gier




Ciao a tutti, è con molto piacere che vi presento il secondo volume della trilogia di Kerstin Gier "BLUE".

Potrete trovarlo in librerie dal 1 settembre per la casa editrice Corbaccio.

Dopo aver letto il primo volume "RED" non vedevo l'ora di ricominciare a viaggiare assieme a Gwen e gettarmi nei mondi antichi creati in modo magistrale dall'autrice.


Inoltre, vi consiglio di seguirci perché a breve ci sarà una meravigliosa sorpresa per voi.

Adesso bando alle ciance, ed ecco l'anteprima
( notare la magnifica copertina che dal vivo è ancora meglio).

Titolo: BLUE
Autrice: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Collana: Narratori Corbaccio
Pagine: 350
Prezzo: € 16,60

Descrizione:

Viaggiatrice nel passato suo malgrado per un dono di famiglia, Gwenn, giovane londinese che vorrebbe avere a che fare con i problemi tipici della sua età e dei suoi compagni di scuola, si trova catapultata da un secolo all’altro con una pericolosa missione da compiere. Peccato che non sappia di chi può fidarsi, dei Guardiani del Tempo o del terribile Conte di Saint Germani, dell’affascinante ma scostante Gideon o dell’invidiosa cugina Charlotte. A un certo punto l’unico vero amico sembra essere Xemerius…un gargoyle col muso di gatto.

In un susseguirsi di colpi di scena e di sorprese, di avventure e di smarrimenti, la nostra eroina scoprirà molte cose su di sé, nemici inaspettati e un dono pericoloso, molto difficile da gestire…




Il caso editoriale

Gennaio 2009: esce Red in Germania

Settembre 2010: Red raggiunge le 200.000 copie vendute

Gennaio 2010: a grande richiesta dei lettori, la casa editrice tedesca pubblica Blue, il secondo libro di Kerstin Gier: 200.000 copie vendute in pochi mesi

Settembre 2010: Green, il terzo volume della saga, è subito n° 1 nella classifica dei bestseller: 200.000 copie vendute in tre settimane

La trilogia viene pubblicata in 24 paesi


Anche in Italia il passaparola sta cominciando con RED:

Nella top 10 dei bestseller di narrativa straniera più venduti in Italia a 1 mese dall’uscita.




L'autrice
Kerstin Gier è autrice di fortunati bestseller al femminile, sempre ai primi posti delle classifiche in Germania. Dal suo libro Uomini e altre catastrofi è stata tratta una serie televisiva che ha avuto molto successo in patria. Ha vinto il DeLiA Literaturpreis, il premio più prestigioso dedicato alla narrativa dei sentimenti. La sua scrittura è accattivante e ironica, i suoi romanzi sono avventurosi e coinvolgenti. Kerstin vive nel Nord Reno-Westfalia con la sua famiglia.
Ulteriori informazioni sull’autrice e i suoi successi si possono trovare: QUI
Sito dell'autrice: QUI 



Vi lascio al 
BOOKTRAILER :




martedì 30 agosto 2011

Giveaway "Shadowhunter- le origini dell'angelo" come si è concluso???




Cari lettori, siete pronti!

Ebbene si, siamo arrivati alla fine di questo giveaway, qualcuno di voi potrà esultare.

Ringrazio in anticipo tutti quelli che hanno partecipato,  i vostri commenti erano fantastici!

Inoltre ringrazio anche la casa editrice Mondadori per lo splendido omaggio:

"Shadowhunter- le origini dell'angelo"




Il fortunato è:


JEANCLAUDE

Complimenti e buona lettura!

Ricordiamo al fortunato di contattarci per lasciarci il suo recapito 
(la nostra mail la trovi nei contatti del blog)





lunedì 29 agosto 2011

Pensiero e Giveaway "Destiny" di Maggie Stiefvater




Cari amici, come sono andate le vostre ferie estive? 
Noi siamo ancora sotto effetto calore allucinogeno, nonostante ciò oggi vi voglio "deliziare" con una nuova sorpresa, tutta per voi! Siete pronti?




“Destiny è vertiginoso, inebriante, e improvvisamente diventa anche pericoloso...
una lettura estremamente accattivante.”

Tamora Pierce




Il secondo volume dedicato al mondo delle fate di Maggie Stiefvater

Titolo: Destiny
Autore: Maggie Stiefvater
Editore: Fanucci
Collana: Teens International
Pagine: 320
Prezzo: 15,00 euro
Isbn 9788834717578

descrizione:
Nuala è in parte una musa, in parte un vampiro con capacità psichiche. Se la libertà di cantare, scrivere o creare le è negata, il suo marchio è inconfondibile: ha alle spalle una scia di brillanti poeti, musicisti e artisti morti tragicamente giovani. Ogni tredici ad Halloween brucia in un falò e rinasce dalle sue ceneri senza alcun ricordo, tranne quello che riguarda il momento della sua morte. James è il migliore suonatore di cornamusa nello Stato della Virginia, e probabilmente il più giovane e bello: è questo ciò che pensa di lui Nuala. Ma James, estremamente convinto delle sue capacità e innamorato di un’altra ragazza, rifiuta le attenzioni di Nuala. Lui è occupato con problemi più grandi: una figura enigmatica gli appare al tramonto mentre avvolge in una spirale Dee, la sua ragazza. Dee è al centro di un gioco mortale, e mentre James fatica a districare i fili aggrovigliati della storia, Nuala lo segue, convinta che lui le faccia da specchio e nella speranza che prima o poi il suo affetto venga ricambiato. Ma mentre James comincia a realizzare i suoi sentimenti per entrambe, Dee e Nuala stanno mutando, Halloween si avvicina, con i suoi fuochi e riti per i defunti, mortali sia per Nuala che per Dee… E James può salvare solo una delle due.







Dopo le vicende accadute nel primo volume "Whisper" ritornano le fate di Maggie Stiefvater, questo secondo volume auto conclusivo vede come figura principale James il migliore amico di Dee.
Il ragazzo assieme all'amica si ritrovano a frequentare una scuola di musica molto prestigiosa la "Thornking Ash", purtroppo in questa scuola James scoprirà che le sue doti di musicista non possono migliorare, poiché non c'è nessun insegnante esperto nell'arte della cornamusa , strumento molto importante per lui.

Un fantasy studiato bene in ogni suo particolare, anche se a volte risulta scontato al suo interno si celano molti significati importanti, uno dei più evidenti è sulle scelte che si fanno durante il corso della vita e su cosa si è disposti a rinunciare per viverla al meglio, ci sono cose che il protagonista non vuole dimenticare o forse non è disposto a dimenticare, ma che durante la permanenza nella scuola comincerà a rivalutare. 
I due ragazzi, Dee e James, un tempo grandi amici si sono molto allontanati, dopo gli avvenimenti dell'estate precedente, ma il problema più grande è che James pensa costantemente a Dee e non sa cosa fare per recuperare il loro rapporto, a volte per lui opprimente, inoltre anche la ragazza non ha le idee ben chiare tanto che in alcuni momenti avrei voluta prenderla e scuoterla. 
L'amore che James  prova per Dee presto sarà messo a dura prova, mentre cerca di dare una spiegazione ai suoi sentimenti e cerca di comprendere quelli di lei incontrerà Nuala, una giovane fata  che diversamente da Dee fin da subito farà capire al giovane la sua ossessione per lui. Nuala inizialmente non sembra attratta da lui, ma bensì dalla "dote" musicale di James, ben presto i sentimenti e le opinioni di James muteranno e il ragazzo si troverà ad affrontare dei cambiamenti nella sua vita, ma quale sarà la strada giusta da seguire?


La figura di Nuala, un personaggio di spicco secondo me, è come un puzzle che pezzo dopo pezzo riesce a comporsi nella testa del lettore, inizialmente un'immagine sfuocata, ma dopo varie pagine diventa sempre più delineata. 
Il racconto viene creato in prima persona da tre punti di vista, quello di James, Dee e Nuala. La parte "recitata" da Nuala è la più coinvolgente ed enigmatica, la giovane fata ci fa conoscere scorci della sua vita che neppure lei ricorda, in modo chiaro, anche se il suo trascorso non è dei più floridi, la parte esposta da lei in prima persona è la meno nostalgica, a differenza della giovane Dee, sempre depressa e petulante, o quella riguardante James che nonostante i suoi "attacchi" ironici, ci tormenta in ogni maniera con i suoi sensi di colpa e il suo amore non ricambiato.

Le fate di Maggie S. sono subdole, vivono in un mondo fatto di feste, balli, cibo incantato e momenti di totale passione, dove gli umani sono come degli oggetti "usa e getta", un mondo all'apparenza poetico e delicato, ma allo stesso tempo crudo e tetro.
Il linguaggio che viene utilizzato dall'autrice è moderno e i suoi personaggi sono attuali, una cosa che ho ammirato è il fatto che non si è limita nelle parole, questo fa si che i personaggi appaiono ai nostri occhi esattamente come dei ragazzi dei giorni nostri, il sarcasmo che caratterizza James è esattamente quello degli adolescenti di oggi.

I sentimenti che riscontriamo nel romanzo sono trattati in modo adolescenziale, ma allo stesso tempo profondi, i pensieri  e i sogni del protagonista riguardanti il sentimento "amore" diventano quasi surreali e difficili da comprendere, in special modo quando questo sentimento entra a far parte del mondo fantastico.

Una cosa che si può notare leggendo questo romanzo è la "malinconia allo stato puro", infatti a partire dai paesaggi, alla musica, ai boschi e gli stessi protagonisti tutto fa si che il lettore diventi sempre più depresso, se non fosse per le battute sarcastiche messe in bocca a James il mondo di Destiny sarebbe grigio e a volte pesante. La narrazione viaggia sempre sullo stesso livello, non ci sono attimi di tensione che fanno sobbalzare, il racconto è come un ritornello ripetuto all'infinito, fino ad arrivare ad un finale prevedibile, nonostante ciò è una bella fiaba, con dei personaggi caratteristici, un mondo fantastico, gradevole e per niente ingenuo.


Consigliato agli amanti del fantasy e in special modo a quelli che adorano il mondo delle fate, la scrittura dell'autrice saprà inebriarvi e pian piano vi ritroverete immersi in un mondo fatato.






Ed eccoci arrivati al Giveaway, le regole per partecipare sono semplici:

1. Essere iscritti al blog

2. Commentare il post, spigandoci cosa vi attira del romanzo. 

3. Visto che il romanzo parla di musica, ma anche di scelte che si fanno nella vita, vogliamo sapere qual'è la canzone che in qualche modo ha segnato un momento importante nella vostra.
 (metteteci il link della vostra canzone)

4. Compilare il forum.


In bocca al lupo a tutti quanti!


SCADE IL 12 SETTEMBRE 2011

IL BANNER PER PUBBLICIZZARE IL GIVEAWAY
codice
<a target='_blank' title='ImageShack - Image And Video Hosting' href='http://fine-nelsogno.blogspot.com/2011/08/pensiero-e-giveaway-destiny-di-maggie.html'><img src='http://img193.imageshack.us/img193/7467/bdestiny.jpg' border='0'/></a>



Forum:
domenica 28 agosto 2011

Anteprima "L'indice della paura" di Robert Harris



Esce il 6 settembre per la casa editrice Mondadori, 
un thriller mozzafiato e di grande attualità



Chi vuole distruggere il genio della finanza internazionale? E perché?



Titolo: L'indice della paura 
Autore: Robert Harris
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Pagine: 288
Prezzo: 19,90 euro

Descrizione
È notte fonda quando il dottor Alex Hoffmann viene aggredito da uno sconosciuto che si introduce di nascosto nella sua residenza di Ginevra. A quarantadue anni Hoffmann è una leggenda: scienziato tra i più noti al mondo, è ora un ricco e potente uomo d'affari proprietario di una società che gestisce fondi d'investimento, e ha da poco creato un software sofisticatissimo e top secret, destinato a rivoluzionare i mercati finanziari di tutto il mondo. Nessuno dei suoi rivali sa come, ma il sistema che Hoffmann ha messo a punto e che ruota intorno al VIX - l'indice di volatilità, familiarmente chiamato dagli addetti ai lavori "indice della paura" - genera un incredibile ritorno in termini economici per i suoi clienti. Qualcosa, però, evidentemente non funziona: qualcuno vuole distruggerlo e l'aggressione del professore è solo il primo di una serie di accadimenti sconcertanti. Nel giro di ventiquattr'ore Hoffmann non è più lo stesso uomo e, mentre i mercati finanziari intorno a lui precipitano, ha inizio una lotta senza esclusione di colpi contro un avversario sconosciuto e per questo ancora più temibile.



Ambientato nel competitivo mondo dell'alta finanza scosso dalla profonda crisi economica mondiale di questi ultimi anni.


Robert Harris uno straordinario narratore e un acuto osservatore della società contemporanea.



L'autore

Robert Harris (1957), laureato alla Cambridge University, è stato giornalista alla BBC, e uno dei più noti commentatori dell'"Observer" e del "Sunday Times". È diventato famoso in tutto il mondo nel 1992 con Fatherland, il cui successo lo ha inserito a pieno titolo nel ristretto gruppo di autori che hanno ridefinito e ampliato i confini del thriller. Successo confermato da Enigma (1996), Archangel (1998), Pompei (2003), Imperium (2006) e Il ghostwriter (2007), da cui è stato tratto un film diretto da Roman Polanski di prossima uscita.
Prima di dedicarsi interamente alla narrativa ha scritto numerosi saggi, fra cui una celebre inchiesta sui falsi diari del Führer, I diari di Hitler (2002). Tutte le sue opere sono edite in Italia da Mondadori. L'autore vive nei pressi di Hungerford, in Inghilterra, con la moglie e i quattro figli.



sabato 27 agosto 2011

In My Mailbox #26





Cari lettori dopo due settimane di assenza ecco che ritorna la rubrica

"In My Mailbox",
iniziativa ideata da Kristi del meraviglioso blog The Story Siren.


Cercheremo di pubblicare questa rubrica ogni sabato, e in ogni appuntamento vi parleremo dei libri che abbiamo ricevuto in dono, che ci  sono stati prestati o che abbiamo acquistato autonomamente!




Le nuove entrate nella mia libreria:


Scambiato su ANOBII



IRIS fiori di cenere
di Maurizio Temporin
Editore: Giunti


Regalato fatto da Sogno:


Come candele che bruciano
di Michael McDowell e Tabitha King
Editore: Sperling e Kupfer


Miei acquisti:


Gli occhi di Venezia di Alessandro Barbero.  Editore: Mondadori
Legacy di Cayla Kluver. Editore: Sperling e Kupfer



Ed ecco le mie nuove entrate:

Regalo fatto da Fine (per il mio compleanno)


Le lettere segrete di Jo di Gabrielle Donnelly. Editore: Giunti

I miei acquisti:


La storia infinita di Michael Ende. Editore: Tea
L'ultima moglie di Enrico VIII di Carolly Erickson. 
Editore: Mondadori



Ringraziamo tantissimo la casa editrice leggereditore per questo splendido omaggio:


La cacciatrice di anime 
di Darynda Jones
Editore: Leggereditore

(presto dedicheremo un post "anteprima" a questo romanzo)


Inoltre ringraziamo l'autore Daniele Nicastro per averci spedito la copia del suo romanzo:


La bambina con il basco azzurro
di Daniele Nicastro
Editore: Runde Taarn




Anteprima "La sfuriata di Bet" di Christian Frascella



In uscita, a fine agosto, per la casa editrice Einaudi


Christian Frascella racconta il nostro tempo con un'ironia speciale, uno sguardo sferzante ma sempre partecipe. Anche ridendo e facendoci ridere, usa la rabbia come una lente per mettere meglio a fuoco la realtà. E calandosi nella voce di una ragazzina, ci regala un romanzo fresco e potentissimo.



Titolo: La sfuriata di Bet
Autore: Christian Frascella
Editore: Einaudi
Collana: I coralli
Pagine: 210 
Prezzo: € 17,00


Descrizione


«Se hai da dire qualcosa, dilla. Se poi ti tocca dirla urlando, si vede che ne valeva la pena».


Bet non è bella ma fa tipo. È appassionata, grintosa e ha una lingua corrosiva. Ripete il terzo anno di liceo e abita in Barriera di Milano, un posto che si chiama cosí anche se si trova a Torino. Bet ce l'ha con il mondo. Con il padre, ex operaio ed ex sindacalista, che si è trasferito nella capitale. Con la madre, che non riesce a tenerle testa per quanto si sforzi, e con il passivo compagno di lei, Leonardo. Con il Guardone del palazzo, che la spia da dietro le tende. Con la scuola, che tenta di irreggimentarla. Con la gente, che ha perso la voglia di ribellarsi. E persino con se stessa. Perché si incolpa della tragedia che ha distrutto la sua famiglia.
Bet non ce la fa proprio a frenare la lingua e a non dire quello che pensa. In modo ingenuo, a volte goffo, ma obbedendo a un istinto incontrollabile, perché vuole cambiare le cose. Prima si oppone allo sfratto di un'anziana signora, finendo in caserma. Poi cerca di aiutare Viola, una ventiduenne incinta dalla risata esplosiva, ma riesce a ficcarsi in un altro guaio. Infine, insieme al suo amico Andrea, organizza uno sciopero nella fabbrica dove la madre rischia il licenziamento. Ma la delusione e la rabbia per i soprusi subiti la spingono a un gesto impulsivo e lucidissimo, dagli effetti inarrestabili.

È proprio in questo gesto il cuore del nuovo romanzo di Christian Frascella, che fotografa il paese in subbuglio - tra rivolte studentesche e contestazioni - attraverso gli occhi di una protagonista straordinaria, specchio di un'intera generazione precaria, incatenata e muta, che però non sa smettere di sognare.
E per scriverlo, l'autore ha incontrato i ragazzi delle scuole, coinvolgendoli in un dialogo tumultuoso. Ne è venuto fuori un ritratto ficcante e vero, e non solo del mondo degli adolescenti.



Bet ha diciassette anni e i «lineamenti di una guerriera apache». Ha una passione per le cause perse e il talento infallibile di ficcarsi nei guai. Ti viene proprio naturale seguirla a casa, a scuola, in strada, per entrare nel mondo deragliato che ha in testa, per capire che cosa sta per combinare. Mentre gli studenti salgono sui tetti, gli operai sulle gru e la gente scende in piazza, lei mette in atto una goffa e creativa rivolta individuale.
  




L'autore
Christian Frascella è nato e vive a Torino. Ha pubblicato Mia sorella è una foca monaca (Fazi, 2009), Sette piccoli sospetti (Fazi, 2010). 
Per Einaudi è uscito nel 2011 La sfuriata di Bet (I coralli).










venerdì 26 agosto 2011

Anteprima "UN GIORNO IO E TE" di Elsa Chabro




Esce il 13 Settembre per la casa editrice Frassinelli


DALLE BOCCHE DI BONIFACIO ALLE TRINCEE DELLA SOMME, LA GRANDE GUERRA VISTA CON GLI
OCCHI DI UNA PICCOLA DONNA CORAGGIOSA, INDOMITA, INNAMORATA.



Titolo: Un giorno io e te
titolo originale: La guerra di LouiseAutore: Elsa Chabro
Editore: Frassinelli
Pagine: 256
Prezzo: 18,00 euro

Descrizione

Louise vive alla Pièva, vicino a Bonifacio, nei primi anni del Novecento. È un’adolescente orfana di madre; il padre, ingegnere erudito e modernizzatore, la educa agli ideali pacifisti. Dal cugino Julien, invece, di cui è segretamente innamorata, sente parlare di interventismo e patriottismo. Allo scoppio della prima guerra mondiale, Julien decide di partire. Il padre di Louise muore di lì a poco lasciando la figlia senza mezzi. Louise resiste a ogni prova, sopporta perfino, con spirito ingenuamente incrollabile, anche le conseguenze di un atto di violenza. Arrivata in Francia, da istitutrice, diffonde le idee del padre, ma si scontra con la rigidità nazionalista. 
Dopo avere assistito i mutilati di guerra, incinta del bambino di uno sconosciuto, troverà finalmente Julien. Ma il giovane è stato condannato a morte dal tribunale militare perché si è ribellato all'ordine di perpetrare una carneficina. Il dialogo appassionato che si svolge tra loro e in generale la trattazione del tema della guerra non mancano di precedenti nella grande letteratura e nel romanzo d’appendice, ma Elsa Chabrol, con la sua scrittura leggera, animata da riflessioni spregiudicate e da dettagli curiosi, tiene in moderno equilibrio la Storia e le vicende personali.







ANTIMILITARISMO, PACIFISMO E IDEALI CIVILI SULLO SFONDO ASSURDO E CRUDELE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE






Il suo successo è dovuto al romanzo "Una sposa conveniente" pubblicato in Italia per Frassinelli nel 2010.







Titolo: Una sposa conveniente

titolo originale: L'heure de Juliette
Editore: Frassinelli
Pagine: 320
Prezzo: 15,20 euro

Descrizione
Dal balcone di casa sua, Juliette (centouno anni, un mese e quattro giorni) tiene sotto controllo i movimenti di ciascuno dei nove anziani residenti a Pouligeac, uno sperduto villaggio di montagna nelle Alte Cevenne: meglio della televisione. Tra un insulto e un convenevole trascorre la vita tranquilla e apparentemente immutabile di Robert, detto il Petoso, di Franz il Crucco, di Martine la Svampita, di Léonie la Talpa... soprannome misterioso, per una che a ottantasette anni ancora cerca disperatamente di perdere la verginità. Poi ci sono Ernest, Aurélie e sua madre la Vispetta, Ginette e Paulette, e infine c'è suo figlio Pierrot, il Piccinino. Un "ragazzo" di quarantasette anni, l'unico della sua generazione a essere rimasto in paese, per non lasciare sola la mamma. Pierrot è un generoso tuttofare, si occupa della spesa per gli anziani e di ogni sorta di riparazione e manutenzione nei loro vecchi casali: in altre parole, è una presenza vitale. Fin quando, all'improvviso, la madre viene meno, e lui decide di abbandonare il villaggio per cercare una moglie e farsi una famiglia in città. 
Come sopravvivere se Pierrot parte? Chi provvederà ai bisogni quotidiani? Il gruppetto di anziani non si rassegna all'amara prospettiva di perdere il Piccinine e con un guizzo di folle intraprendenza i novelli cospiratori allestiscono in casa di Juliette una postazione Internet e riescono ad attirare in paese Tatiana, una ragazza russa in cerca di fidanzato...









L'autrice
Elsa Chabrol è sceneggiatrice e regista. Dopo il liceo, frequentato ad Aiaccio, ha studiato cinematografia a Lodz e ha scritto e diretto documentari e film. Questo suo nuovo romanzo è ispirato alla storia della vita di sua nonna.
SITO DELL'AUTRICE QUI





giovedì 25 agosto 2011

Artista "Dholl"





Oggi  voglio farvi conoscere un artista misterioso, ma nonostante ciò ha lavorato moltissimo. 
Purtroppo non so' esattamente cosa dirvi su di "lui" perché  preferisce non far trapelare molto sul suo conto, ma come potrete notare lo stile che predilige è fatto di line nette, precise e pulite per mettere i brividi a chi osserva le sue opere, se volete saperne di più sui suoi lavori ecco il suo sito QUI


Vi starete chiedendo, ma ce l'ha un nome? Certo che si! Il suo pseudonimo è DHOLL ed ecco alcune delle sue illustrazioni:










Che ne pensate? Secondo me sono fantastiche, certo è uno stile un po' particolare, può piacere come no. Insomma è una questione di gusti. :)


Prima di lasciarvi vi segnalo anche la sua pagina Facebook, dove potrete essere aggiornati sulle sue nuove produzioni: http://www.facebook.com/pages/dholl/221947753720?sk=info




Recensione "Primavera in Borgogna" di Luca Terenzoni


Ciao a tutti, oggi  vi voglio parlare del romanzo di Luca Terenzoni che ringrazio tantissimo per avermi mandato la copia del suo libro.




Titolo: Primavera in Borgogna
Autore: Luca Terenzoni
Editore: Albatros
Pagine: 155
Prezzo: € 14,50

Descrizione
Francesco è un quarantenne che si è appena lasciato, a un passo dalle nozze. Una mattina di primavera, mentre passeggiando a San Gimignano cerca di riafferrare il senso della sua vita, incontra un signore francese con il quale entra subito in sintonia e che gli propone di lavorare per lui, presso la sua azienda vinicola in Borgogna. Quella per la Francia è una passione che Francesco ha sempre coltivato. Si trova quindi di fronte alla possibilità di realizzare veramente il sogno di una vita. Così lascia il suo lavoro e si trasferisce pieno di entusiasmo. Le sue aspettative sono subito appagate: il posto è splendido, la collega Ludivine affascinante, il lavoro interessante. Fino a quando, oltre i colori pastello di quel paesaggio così tipicamente francese, non cominceranno a emergere i segni di un passato inquietante che riguarda sia il suo datore di lavoro, sia la bella Ludivine, della quale si sta ormai innamorando. Una prova decisiva per Francesco che, in un crescendo di colpi di scena, riuscirà a portare luce nel passato della donna e nel suo presente.


L'autore
Luca Terenzoni è nato nel 1969 a Massa, dove attualmente risiede. Laureato in Economia e Commercio, lavora nel settore amministrativo di una società della Versilia, per la quale cura anche i contatti con l’estero. Primavera in Borgogna è il suo esordio letterario.





Inizialmente la storia era riuscita a catturarmi, ma poi andando avanti il mio interesse andava scemando, la prima parte del romanzo l'ho trovata monotona e ripetitiva, nelle prime ottanta pagine, molte volte viene menzionato il fatto che il signor Jean-Marc Robin conosciuto casualmente da Francesco,non sia esattamente la persona che lui si aspettava, questo viene accennato dall'autore in modo cadenzato e dopo un paio di volte per il lettore il racconto diventa pesante e insostenibile.


Il personaggio principale del racconto è Francesco, un uomo di quarant'anni con una vita stabile, una ragazza che ama, il lavoro che ha sempre desiderato e che gli da un sacco di soddisfazioni. 
Ben presto questo suo equilibrio verrà spezzato, pochi giorni prima del matrimonio Laura "abbandona" Francesco per un altro uomo, ed è proprio dopo questa delusione che lui decide di andare a trovar pace, in un luogo per lui rilassante, a "S.Gimignano" dove in un negozio di vini incontrerà il "famoso" Jean-Marc Robin, signore francese che possiede un azienda vinicola in Borgogna chiamata "Domaine Langain". Quest'ultimo propone a Francesco di andare a lavorare nella sua azienda in Borgogna, naturalmente Francesco accetta, dopo un'attenta riflessione e forse perché, l'uomo appena conosciuto, gli propone  un considerevole aumento di stipendio?
Sinceramente questo fatto mi ha dato ai nervi, cioè il "nostro" Francesco  ha un lavoro in Italia dove prende fior fior di quattrini, arriva un certo signor Robin (che neppure conosce)  e dopo una chiacchierata di quanto?.... un'ora o due, decide di farlo andare a lavorare in Francia nella sua azienda, ma cosa sconvolgente è il motivo per cui lo vuole e già, Francesco sa il francese, l'italiano e l'inglese, (come se in Francia non ci sono persone che sanno le tre lingue) logicamente per convincerlo gli offre il doppio di quello che prende in Italia, (se in Italia sono fior fior di quattrini non voglio immaginare quanti soldi prende in Francia), ma la cosa ancor più sconcertante è il fatto che viene menzionata la crisi del lavoro, ci può stare che un  francese voglia un italiano per lavorare in un'azienda vinicola, ma in momenti di crisi non credo che qualcuno assumerebbe personale da pagare caro, quando può averne di simile a meno soldi (almeno io la penserei così).
Arrivato in Borgogna conoscerà due donne: la moglie del signor Robin, Karine Langain, donna riservata e Ludivine Ledoyen, una sua collega, donna affascinante di cui Francesco si innamorerà a prima vista. Ecco un'altra cosa che mi ha fatto riflettere, il fatto che quest'uomo ispira molta fiducia agli altri, cioè la moglie del signor Robin riservata ecc ecc... decide di confidare  i suoi problemi proprio a lui (uno sconosciuto per la donna) fin da subito, poi una signora arrivata dall'America, mai sentita e mai vista, decide di spiattellare la sua storia d'amore, proprio a lui! Ma insomma, io non è che becco uno per strada, gli racconto i miei problemi personali e altre cose. Forse sono troppo dura e critica, ma i romanzi di vita reale, devono essere tali, logicamente qualcosa deve essere straordinario perché alla fine è un romanzo, ma c'è un limite a tutto. 
Dopo varie peripezie e tristezze finalmente, in Borgogna, la vita di Francesco ricomincia a soddisfarlo e tutto sembra procedere per il meglio anche se non per molto, perché un fatto di cronaca, già archiviato, coinvolge Ludivine e il signor Robin..
  
Il personaggio di Francesco, inizialmente, non mi diceva nulla e sinceramente mi dava parecchio fastidio (in tutti i sensi), ma nella seconda parte del romanzo, dove finalmente il racconto prende ritmo, il protagonista si sveglia e tira fuori un po' di grinta, insomma diventa più umano e vero, cosa che mi ha fatto ricredere e desiderare la sua felicità. 


Posso dirvi che se la prima parte del romanzo mi è risultata al quanto noiosa (a volte desideravo chiude il libro e rimetterlo in libreria)  la seconda mi ha spiazzata, sono rimata di sasso, la narrazione si è trasformata donando al lettore un romanzo movimentato e amabile. L'intero racconto si è ripreso, molto bene, per niente  scontato e benché anche nella seconda parte c'è la ripetizione di un aneddoto, in vari punti (come se l'autore avesse voluto allungare la storia, ma questa è una mia  sensazione), devo dire che è riuscito a stupirmi.
I personaggi sono descritti minuziosamente, a partire dal loro carattere fino ad arrivare alle sensazioni che provano e le loro storie passate, in modo doloroso.
Sicuramente il punto forte di questo romanzo è lo "stile" con cui l'autore ci propone le descrizioni dei paesaggi, riesce a rendere l'invisibile visibile,  passando da San Gimignano alla Borgogna,  illustrandoci il verde dei vigneti e dei campi con una tecnica semplice, ma incisiva ed è per questo che il lettore si sente immerso nel racconto.




Un libro che consiglio, riuscirà a stupirvi con un finale inaspettato, una storia originale e per niente scontata.







mercoledì 24 agosto 2011

Giveaway aspettando "La stanza del male" come si è concluso???



Buon giorno a tutti, anche se un po' in ritardo ecco i due vincitori della stupenda borsa che pubblicizza il romanzo"La stanza del male" .

I fortunati sono:

LILITH si è ritirata, la borsa ora passa a MICIA!

e


WALLACE73


Complimenti !!!
Contattateci per lasciarci il vostro recapito (la nostra mail è nei contatti del blog)


Grazie a tutti per aver partecipato e alla prossima :)





martedì 23 agosto 2011

Anteprima "101 storie di regine e principesse che non ti hanno mai raccontato" di Marina Minelli




Cari amici, per gli appassionati della storia e gli amanti dei segreti "reali", esce l'8 Settembre per la Newton Compton un libro che vi svelerà gli altarini su alcune delle regine e principesse più famose della storia.



Titolo: 101 storie di regine e principesse che non ti hanno mai raccontato
Autore: Marina Minelli
Editore: Newton Compton
Pagine 288
Euro 12,90

descrizione
Principesse e regine che fanno sognare, ma soprattutto donne: fragili, romantiche, innamorate, coraggiose, a volte spregiudicate. I destini, le fortune e i segreti di 101 personaggi femminili che hanno attraversato la storia dell’Europa dal Medioevo ai giorni nostri. Un lungo racconto dove i grandi eventi lasciano il passo ai momenti privati, alle storie intime. Conosceremo la vita, i drammi, le inquietudini morali, amorose e anche religiose di donne che spesso hanno determinato il corso della storia. Giovanissime mogli e madri, oggetto di scambio, pedine sullo scacchiere della diplomazia, queste principesse si sono ritagliate uno spazio perché dotate di personalità fuori dell’ordinario. 101 storie tristi, romantiche, tragiche, ma appassionanti come un romanzo, che riportano in primo piano figure dimenticate nelle pieghe della storia ufficiale.




Tra le 101 regine e principesse:

Eleonora d’Aquitania. La ribelle regina d’Inghilterra
Le donne dell’imperatore Federico II. L’harem dello “Stupor mundi”
Agnes Sorel. Una reale professionista dell’amore
Isabella d’Este. La prima donna del Rinascimento
Maria Stuart. La breve stagione dell’amore in terra di Francia
Désirée Clary in Bernadotte. Una francese di Marsiglia sul trono di Svezia
Astrid di Svezia. Indimenticabile regina dei Belgi
The Queen Elizabeth. La Regina Madre
L’indimenticabile principessa Grace. La favola finita in tragedia
Kate Middleton. Il futuro della corona inglese





L'autrice

Marina Minelli è nata ad Ancona e vive a Falconara Marittima con il marito Stefano e due bellissime gatte, Violetta e Rosina. Dopo la laurea in Storia moderna, ha iniziato a collaborare con quotidiani e periodici ed è stata responsabile dell’ufficio stampa di associazioni ed enti pubblici. Nel gennaio del 2009, ha creato AltezzaReale.com, il primo sito italiano dedicato alla storia e all’attualità delle famiglie reali. Viaggia spesso, soprattutto in Francia. Ama il mare, gli alberi, i libri, gli animali e l’opera lirica.






add

add1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... http://www.wikio.it

traduttore

Search

Caricamento in corso...

le ultime recensioni

le ultime recensioni
clicca l'immagine

la voce

il dono

kayla

I nostri lettori

Chi ci segue?

I miei lettori

Follow Twitter

bottone wikio

http://www.wikio.it

facebook

Aspettiamo

Aspettiamo
clicca l'immagine

14 novembre

14 novembre

22novembre

div

div

icone giudizio

Icone di giudizio

Icone di giudizio ...^^

Icone di giudizio ...^^

div

div

archivio

archivio

Blog Archive

div

div

librerie anobii

LE NOSTRE LIBRERIE SU ANOBII

lib.Fine

LIBRERIA FINE

anobii F

lib.Sogno

LIBRERIA SOGNO