puntatore

The Holy Bible And Cross

potere alla storia

potere alla storia

Blog Archive

Partecipiamo

Partecipiamo
Historical Fiction Challenge 2012

consigliati da noi

consigliati da noi

l'artiglio del leone

avevano spento anche la luna

sosteniamo

SOSTENIAMO ---------- Image and video hosting by TinyPic

POST PIU CLICCATI

POST PIU CLICCATI

div

div

legge

div

div

serie TV1

Serie Tv interessanti:

borgia

borgia

the tudors

the tudors

downton abbey

downton abbey

titanic

titanic

div

div

GEMELLATO CON

IL BLOG è GEMELLATO CON:

collaboriamo

collaboriamo

slidCollabora


Fine_Sogno. Powered by Blogger.
lunedì 30 gennaio 2012

Pensiero "Regina di astuzie" di Suzannah Dunn


"Un’avvincente ricostruzione storica."
The Independent

"Ero una borghese, e sono diventata regina. Nessuno pensava fosse possibile, ma io ci sono riuscita. Ho soppiantato la donna che era stata regina d’Inghilterra per diciannove anni, una donna che era nata 'figlia dei re cattolici'. Alla fine, il suo sangue reale, il suo portamento reale, la sua famosa grazia e la sua benevolenza non sono valse a nulla contro di me. Alla fine della partita, era una vecchia pia e grassa. E l’Inghilterra era cambiata per sempre."


Titolo: REGINA DI ASTUZIE
titolo originale: The Queen of Subtleties
Autore: Suzannah Dunn
Editore: Corbaccio
Pagine: 272
Prezzo: 15.60euro
Pubblicazione: Giugno 2006

descrizione
Una borghese dagli occhi neri riuscì a far innamorare perdutamente di sé il sovrano d’Inghilterra, causando la separazione della Chiesa inglese da quella di Roma. Fu regina per tre anni e poi pagò con la vita un crimine mai commesso, in nome della ragion di stato. Fu incantatrice e vittima, astuta manipolatrice e ingenua pedina di un gioco più grande di lei. Il suo nome era Anna Bolena. In questo romanzo, che mescola elementi di fantasia e precisa ricostruzione storica, ascoltiamo direttamente dalla voce di Anna, la sera prima dell’esecuzione, il racconto della sua passione per Enrico VIII, dei momenti felici vissuti a corte e di quelli difficili, delle inimicizie e dei tradimenti...
The Queen of Subtleties packshot
Ma la regina non è la sola a parlare, quella della Corona non è l’unica prospettiva: ascoltiamo il controcanto di un’altra voce femminile, Lucy Cornwallis, la pasticciera reale, colei che con straordinaria abilità realizza le meravigliose sculture di zucchero che adornano i banchetti reali. Le due donne non lo sanno, ma c’è un uomo che le accomuna, Mark Smeaton, giovane e affascinante musicista di corte, attorno a cui faranno perno i loro destini...




L'AUTRICE:


Suzannah Dunn è nata nel 1963, vive a Brighton, in Inghilterra, e dirige un Master di scrittura creativa presso l'università di Manchester. 
E' l'autrice di molti romanzi e collezioni di racconti. E' laureata in scrittura creativa all'università di East Anglia. In Italia sempre per la casa editrice Corbaccio è stato pubblicato anche il suo romanzo "La sesta moglie" (2008)

SITO DELL'AUTRICE: http://suzannahdunn.net






Voglio confessarvi che dalla prima volta che ho messo gli occhi sulla famiglia Tudors, le mie attenzioni si sono tutte concentrate sulla figura di Anna Bolena, ne sono rimasta affascinata è da molto tempo che cerco un romanzo dedicato a lei, forse non molti la ricordano ma se parliamo di Anna Bolena come seconda moglie di Enrico VIII e madre della futura regina Elisabetta I, forse più di qualcuno la ricorderà. 

Fu accusata di adulterio e decapitata nel 1536 ed è in questo scenario che si apre il romanzo di Suzannah Dunn, l'autrice intreccia la storia di due donne che si alternano nella narrazione: Anna, alla vigilia della sua esecuzione, e Lucy Cornwallis, la pasticciera del re, la creatrice di ogni scultura in zucchero per i banchetti reali.

Benché la parte riguardante Anna per me è stata la più emozionante devo dire che anche le vicende raccontate e vissute dalla cuoca sono entusiasmanti, la scelta da parte dell'autrice di alternare le voci di due donne completamente diverse (come ceto sociale) è geniale, inoltre è riuscita a interpretare i due mondi in modo realistico, il lettore si accorge subito dalle prime battute chi è la protagonista del capitolo anche senza leggere il titolo che lo introduce. 

Ogni parola fa assaporare il periodo storico senza nessuno sforzo per poterlo immaginare, le descrizioni non sono mai pesanti o sforzate anzi, potrei dire che l'autrice le partorisce in modo spontaneo ed è questo che mi ha colpita maggiormente di questa rappresentazione storica, la spontaneità con cui l'autrice interpreta i pensieri di Anna Bolena prossima alla decapitazione e come è riuscita a farci cogliere, con naturalezza, fino all'ultimo istante i suoi sentimenti al principio sereni e mano a mano che si avvicinava alla fine sempre più turbolenti.

Tutti i personaggi che la Dunn tira in "ballo" sono ben delineati anche se, a parer mio, mancavano delle piccole note o spiegazioni riguardanti proprio le figure secondarie che hanno contribuito al successo e alla caduta di questa donna. Sono dell'idea che se qualcuno volesse intraprendere la lettura di questo romanzo per forza di cose dovrebbe leggere una breve biografia o ancor meglio, la storia completa della famiglia Tudors, la Dunn troppe volte da per scontata la conoscenza di alcuni personaggi che secondo me non tutti conoscono. Inoltre devo dire che all'inizio ho avuto una leggera difficoltà a immergermi completamente nel racconto, lo stile narrativo non è dei più semplici e a volte può risultare strano o addirittura impersonale (forse dovuto al fatto che l'autrice è un insegnante di scrittura creativa...) ma una volta capita la "metodologia" è difficile fermarsi quindi, oltre a queste due piccole note negative, mi sento di consigliarlo a tutti gli amanti del genere e agli appassionati degli intrighi di corte, ma sopratutto a tutti quelli che come me vogliono scoprire qualcosa in più sulla figura di Anna Bolena.


 




4 pensieri:

Clody ha detto...

Bella recensione!!!
Mi hai fatto venire voglia di leggere questo libro ^_^
Anche io sono sempre stata affascinata dalla figura di Anna Bolena...mi piacerebbe scoprire la verità di questa donna e dove inizia invece la leggenda.
Claudia
www.locandalibri.blogspot.com

Luigi87 ha detto...

ottima recensione..titolo interessante che già avevo notato

MissFlour ha detto...

Questo libro sembra veramente bello e interessante! Grazie per la recensione, io non lo conoscevo ma adesso entra a far parte della mia wish-list!

Fine ha detto...

Grazie :) Sono felice di avervi incuriositi/e, comunque se lo leggete fatemi sapere cosa ne pensate!

add

add1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... http://www.wikio.it

traduttore

le ultime recensioni

le ultime recensioni
clicca l'immagine

la voce

il dono

kayla

I nostri lettori

Chi ci segue?

I miei lettori

Follow Twitter

bottone wikio

http://www.wikio.it

facebook

Aspettiamo

Aspettiamo
clicca l'immagine

14 novembre

14 novembre

22novembre

div

div

icone giudizio

Icone di giudizio

Icone di giudizio ...^^

Icone di giudizio ...^^

div

div

archivio

archivio

Blog Archive

div

div

librerie anobii

LE NOSTRE LIBRERIE SU ANOBII

lib.Fine

LIBRERIA FINE

anobii F

lib.Sogno

LIBRERIA SOGNO