puntatore

The Holy Bible And Cross

potere alla storia

potere alla storia

Blog Archive

Partecipiamo

Partecipiamo
Historical Fiction Challenge 2012

consigliati da noi

consigliati da noi

l'artiglio del leone

avevano spento anche la luna

sosteniamo

SOSTENIAMO ---------- Image and video hosting by TinyPic

POST PIU CLICCATI

POST PIU CLICCATI

div

div

legge

div

div

serie TV1

Serie Tv interessanti:

borgia

borgia

the tudors

the tudors

downton abbey

downton abbey

titanic

titanic

div

div

GEMELLATO CON

IL BLOG è GEMELLATO CON:

collaboriamo

collaboriamo

slidCollabora


Fine_Sogno. Powered by Blogger.
venerdì 20 gennaio 2012

Il mio pensiero "L'eretico" di Carlo A. Martigli



"
Un Codice da Vinci all’italiana, ma scritto meglio.
" 
 
Luigi Mascheroni, Il Giornale


Titolo: L'eretico
Autore: Carlo A. Martigli
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja Scienza
Pagine: 491 
Prezzo: 17.60 €
Data uscita: 12 Gennaio 2012

Descrizione
Firenze, 1497, Pico della Mirandola è morto da poco e con lui la speranza di un accordo fra le varie religioni in lotta. La città è ora in mano a un frate che predica sacrifici e si scaglia contro tutte le ricchezze, anche quelle culturali: Girolamo Savonarola. Perché Savonarola vuole cancellare tutto ciò che Pico della Mirandola aveva faticosamente costruito? Quale messaggio sconvolgente si nasconde nell’opera di Pico?
Intanto dal lontano Tibet, due monaci sono in cammino verso Occidente, e portano una testimonianza straordinaria, l’Ipsissima Verba, le parole dell’uomo che con il nome di Issa trascorse gli anni della giovinezza ad apprendere la saggezza orientale. L’uomo che, tornato in Palestina, rivoluzionò il mondo con il nome che gli apparteneva un tempo: Gesù.


L'AUTORE
Carlo A. Martigli Madre pianista, padre violinista, architetto, critico d’arte e bibliofilo. In questo contesto eclettico e in una Livorno cosmopolita, matura lo spirito di Carlo A. Martigli. Le medie ai Gesuiti gli aprono la mente e gli danno il gusto della ricerca storica e filosofica, in assoluta libertà. Completa gli studi classici e mentre frequenta l’Istituto di Filosofia del Diritto a Pisa. Una tragica malattia del padre lo obbliga a cercare un impiego che gli consenta di aiutare la famiglia in difficoltà. Arriva la classica banca. Martigli fa una splendida carriera, in pochi anni diventa dirigente. I libri sono sempre la sua passione, legge di tutto e approfondisce in particolare due tematiche: la decadenza dell’impero romano e lo spirito del Rinascimento. Pubblica un primo libro di favole in rima, dedicato a sua figlia, che Emanuele Luzzati chiederà di illustrare. La banca gli sta sempre più stretta e quattro anni fa, si dimette
Pubblica due romanzi storico/fantasy e alcuni saggi, tra cui uno sui miracoli non cattolici nel mondo. E’ l’inizio della svolta, il successo arriva in Italia e all’estero con il thriller storico 999 L’ultimo Custode. Intanto, per una scommessa, diventa il cult writer dei romanzi horror per ragazzi sotto lo pseudonimo di Johnny Rosso. Contro tutte le previsioni ce l’ha fatta, quasi una metafora dei suoi studi, decadenza e rinascita.




Due cose mi hanno subito incuriosita di questo romanzo, la prima il cognome Borgia che appare sul retro copertina e la seconda è l'immagine stampata su essa, però devo dirvi la verità se non avessi notato la prima delle due forse non avrei mai letto questo romanzo e sarebbe stato l'errore più grande della mia vita.

Carlo A. Martigli riesce a conquistare subito il lettore fin dalle prime righe grazie alle metafore e alla capacita di raccontare il periodo storico con molta facilità, passando da Istambul, Roma e Firenze riesce senza nessuna difficoltà a farci percepire questi spostamenti descrivendo le città con molta attenzione, il lettore coglie il puzzo e il degrado, ma anche la sensazione di un mondo meno inquinato, tutto questo con una "semplice" descrizione del cielo.

“Fuori dalla chiesa il soffio gelido della tramontana aveva continuato a spazzare le nuvole per tutto il mattino. Nel cielo di Firenze era rimasto soltanto qualche sbuffo leggero, pennellate di ghiaccio su una tavolozza azzurra. Un sole quasi bianco era ormai allo zenit e le ombre si erano ritirate, ma la loro fredda impronta, assieme a qualche cristallo di ghiaccio, rimaneva su tutti i muri esposti a occidente.”


L'autore è riuscito a conquistarmi, a farmi immergere completamente nelle sue parole è da parecchio tempo che non leggevo un romanzo scritto con uno stile così raffinato, forbito e pittoresco allo stesso tempo.
Vi confido che leggendo tanta bellezza mi vengono tutt'ora le lacrime agli occhi. Carlo A. Martigli mi ha ipnotizzata, appena iniziato a leggere "L'eretico" sono corsa il librera a comprare anche il suo precedente romanzo “999 L'ultimo custode”.

Una storia impregnata di mistero, una prosa che non molla mai la presa e che per tutta la sua durata continua a immettere nella testa di chi legge dubbi e quesiti.
Tutti i personaggi, protagonisti o secondari, sono ben caratterizzati, nessuno di essi passa in secondo piano, sono molte le figure che popolano il suo racconto e quando dico "molte" non intendo dieci o venti ma una cinquantina, non è facile dar vita a una storia con molte figure da sottoporre al lettore e sono ben pochi gli scrittori che riescono a non farti dimenticare una orda di personaggi che viaggiano fra le pagine, ecco un altra dote di Martigli, "riesce ad imprimerli nella tua mente come un marchio a fuoco".

Non posso dire che si tratta di una lettura leggera, tutt'altro, richiede tutta l'attenzione possibile, non si può perdere nemmeno una parola, perché la minima distrazione potrebbe far si che il lettore resti impantanato e non sappia più come venirne fuori ma, nonostante ciò, la storia riesce a catturarti con prepotenza ed è difficile abbandonare la lettura.

Un romanzo che certamente consiglio, da leggere con la mente libera e senza alcun pensiero, devono esserci solo i personaggi di Martigli con le loro vicende, se non fosse così la lettura risulterebbe veramente pesante. Purtroppo in questo periodo nella mia testa ci sono troppi pensieri e a volte non sono riuscita ad apprezzare fino in fondo questo capolavoro, ma molto preso me lo rileggerò!

 
Entra a far parte dei miei preferiti!
 


4 pensieri:

Luigi87 ha detto...

concordo con la recensione..se ti vai fai un salto anche nel mio blog per leggere la mia..

Rory ha detto...

Non avevo dubbi che L'Eretico fosse un gran libro, ho avuto modo di intervistare Martigli e già dall'intervista ho capito che mi trovavo di fronte un grande scrittore! Adoro i libri storici e avevo già deciso di comprarlo, a questo punto ordino già anche 999 L'Ultimo Custode!

Sogno ha detto...

@Luigi la tua recensione l'ho già letta con molo piacere :)
@Rory se leggi 999 L'ultimo custode dopo mi puoi dire com'è :)

mammasuperabile ha detto...

cavolo, grazie per la dritta!
il filone storico-religioso va molto a casa mia!

add

add1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... http://www.wikio.it

traduttore

Search

Caricamento in corso...

le ultime recensioni

le ultime recensioni
clicca l'immagine

la voce

il dono

kayla

I nostri lettori

Chi ci segue?

I miei lettori

Follow Twitter

bottone wikio

http://www.wikio.it

facebook

Aspettiamo

Aspettiamo
clicca l'immagine

14 novembre

14 novembre

22novembre

div

div

icone giudizio

Icone di giudizio

Icone di giudizio ...^^

Icone di giudizio ...^^

div

div

archivio

archivio

Blog Archive

div

div

librerie anobii

LE NOSTRE LIBRERIE SU ANOBII

lib.Fine

LIBRERIA FINE

anobii F

lib.Sogno

LIBRERIA SOGNO