puntatore

The Holy Bible And Cross

potere alla storia

potere alla storia

Blog Archive

Partecipiamo

Partecipiamo
Historical Fiction Challenge 2012

consigliati da noi

consigliati da noi

l'artiglio del leone

avevano spento anche la luna

sosteniamo

SOSTENIAMO ---------- Image and video hosting by TinyPic

POST PIU CLICCATI

POST PIU CLICCATI

div

div

legge

div

div

serie TV1

Serie Tv interessanti:

borgia

borgia

the tudors

the tudors

downton abbey

downton abbey

titanic

titanic

div

div

GEMELLATO CON

IL BLOG è GEMELLATO CON:

collaboriamo

collaboriamo

slidCollabora


Fine_Sogno. Powered by Blogger.
venerdì 16 settembre 2011

Intervista a Kim Edwards e giveaway "Un giorno mi troverai"



Cari lettori, ecco la sorpresa che vi avevo anticipato un pò di giorni fa. Ho avuto il piacere di parlare telefonicamente con l'autrice del romanzo "Un giorno mi troverai" è stata una bellissima esperienza e per questo ringrazio Francesca e la casa editrice Garzanti, purtroppo la registrazione non è venuta molto bene ed è per questo che ho deciso di trascrivere l'intervista.


Bene, senza indugiare oltre, ecco a voi...




 Kim Edwards



nata a Killeen il 4 maggio 1958, Kim Edwards  è una scrittrice statunitense.Ha raggiunto la notorietà con il suo primo romanzo, Figlia del silenzio nel 2006 e nel 2007 pubblicato dalla Garzanti, che compare nella lista dei bestsellers del New York Times, e che ha vinto il Popular Fiction Award e il British Book Award 2008.Ha scritto una raccolta di piccole storie, The Secrets of a Fire King nel 1997, che divenne un candidato nel 1998 per il premio PEN/Hemingway Award, ed ha vinto il Whiting Award e il Nelson Algren Award. Laureata all'Università Colgate e al Programma di scrittura creativa (più noto come l'Iowa Writers' Workshop), attualmente insegna scrittura alla Università del Kentucky, dove vive insieme con il marito e le figlie.



Ciao, Kim prima di cominciare lasciami dire che è un grande piacere poter parlare con te, sono molto felice di quest'opportunità che mi ha dato la cara Francesca e la casa editrice Garzanti. 
Inizio con una domanda che forse ti hanno fatto in molti, com'è nata l'idea per scrivere “Un giorno mi troverai”?

Ciao, inanzi tutto è un piacere anche per me parlarti. Le idee per creare questo racconto si sono accumulate nel tempo le prime sono nate 1986, quell'anno si poteva assistere al passaggio della cometa di Halley, cercai di essere presente all'evento per osservare il passaggio della cometa, anche se  devo dire che fu scarsamente visibile, ero un pò delusa. Ricordo che tornando a casa pensai che la cometa poteva essere utilizzata come un collante per tenere insieme le storie di più generazioni. Lasciai da parte la stesura di questo romanzo per un periodo e dopo aver terminato "La figlia del silenzio" ripresi in mano la storia di Lucy.


In questo romanzo si nota come futuro e presente siano legati l'uno all'altro, grazie anche a un mistero celato nella famiglia della protagonista. L'idea di costruire questo segreto è stata studiata in precedenza o è una cosa che è nata man mano?

Io non avevo intenzione di raccontare e far girare la storia attorno a questo segreto, infatti il prologo incentra tutto intorno alla cometa. La parte che riguarda il segreto è stata l'ultima cosa che ho scritto, diciamo che solo quando mi era chiara la storia ho iniziato, sinceramente ero partita solamente con l'idea di raccontare la storia di Lucy  e del suo passato, della perdita di suo padre e del dolore che ha provato, insomma la storia di uno shock.
Devo dire che anche io ho scoperto questo segreto assieme a Lucy, a intersessarmi era appunto la diversità di ciò che si vede in superfice e quello che è nascosto dentro. In fin dei conti anche io assieme a lei ho scoperto la storia di Rose.


Rose è un personaggio che sa conquistare il lettore, donna forte con delle idee all'avanguardia per il tempo in cui vive, la storia di cui lei fa parte è periodo storico importante quello del del movimento di emancipazione femminile e delle Suffragette, cosa ti ha spinto a dar luce a questa storia che molte giovani d'oggi non conoscono?

E' verissimo, incontro tante persone che mi dicono “ahh, non conoscevo la storia delle Suffragette, non conoscevo quei dettagli” per me è molto importante conoscere questa storia, se consideriamo che non è molto distante da noi. Entrambe le mie nonne sono nate nel 1903 prima che le donne potessero "usufruire" delle agevolazioni che hanno ora, avevano 17 anni quando è successo e hanno vissuto tutto. Comunque, è incredibile anche per me pensare che molte persone non conoscano questi fatti, le Suffragette hanno fatto molto, ed è per questo che non dovremmo dimenticare, inoltre penso che si possano fare ancora molte cose considerando che molte donne non hanno quello che abbiamo noi.



Si nota fin dalle prime pagine che Lucy è tormentata, nonostante sia passato molto tempo, dalla perdita del padre, la rinascita di questa donna a livello “spirituale” è avvenuta anche grazie a Rose?

Sicuramente Rose ha contribuito molto alla rinascita di Lucy, per come la vedo io Lucy non aveva in mano la sua vita e molti tasselli della sua esistenza dovevano essere riorganizzati. Diciamo che doveva riuscire a ricostruire se stessa attraverso questa conoscenza che, finora non aveva, doveva risanare alcuni rapporti, ritornare alla pienezza . Cioè “guarire, alla ricerca della pienezza”, in effetti molte pagine all'interno del libro hanno questo significato. Quindi si può parlare di una pienezza o se vogliamo rinascita, l'unica verità che lei cerca riesce a ritrovarla nei testi andati persi. Diciamo che la storia di Rose è stato come un viaggio riparatore per Lucy.

Pensa che alla fine Lucy sia realmente riuscita a trovare la pace interiore o come la definisce lei la pienezza?

Penso che alla fine del romanzo Lucy sia pronta per andare avanti, non è più chiusa e bloccata in quel passato che le ha fatto del male e che non conosceva. Però non significa che il finale sia “vissero felici e contenti” posso solo dire che è pronta a fare il passo successivo e affrontare le sfide della vita.

I luoghi sono descritti in modo molto minuzioso e accurato, tanto che a volte il lago dei Sogni sembra un posto reale, c'è un luogo da cui a preso ispirazione per ambientare la sua storia?

Il lago dei Sogni è pura finzione, però la regione di Finger Lakes, dove è ambientata la storia, è una regione degli Stati Uniti dove ho passato la mia infanzia e ne sono rimasta sempre legata per la sua bellezza. Ci sono molti laghi di origine glaciale in quella zona che rendono molto caratteristico quel luogo e che mi porto nel cuore. Grazie a "Un giorno mi troverai" ho potuto rivisitare, anche se solo con la mente, quei posti a me molto cari.

Anche la parte riguardante le vetrate e della lavorazione del vetro è molto curata, come ha deciso di farla entrare a far parte di questo racconto? E cosa le piaciuto di più di quest'arte?


E' stato veramente divertente e affascinante studiare e approfondire questo argomento, ho fatto molte ricerche in merito, sia sulla produzione che sulla storia del vetro. Ho pensato che in passato venivano usate per raffigurare il committente, o qualcuno che nel corso della sua vita era stato importante, nelle scene scelte per queste "opere", da li è nata l'idea che nelle vetrate si potessero scorgere anche altri elementi "rivelatori" che avrebbero potuto aiutare Lucy nel suo cammino. Per dare maggiore realismo a questo punto, sono andata io stessa a vedere come si lavora il vetro in una bottega e ho provato con le mie mani a realizzare qualcosa è stato un'esperienza molto appagante.



Avrei molte altre domande da farti, ma ho già approfittato troppo e passo a farti quest'ultima, qual'è la parte del romanzo che ti è piaciuta approfondire maggiormente e dove ti "sistemi" per scrivere i tuoi romanzi?

E' difficile scegliere una parte specifica del libro, ma forse quella che ho preferito è proprio quella della lavorazione del vetro e di come si producono le vetrate, per me è stata una bellissima esperienza. Per scrivere ho una stanza tutta per me dove mi rinchiudo, è una stanza che ha progettato mio marito.

Grazie mille per il tempo che mi hai dedicato e se posso ti auguro un buon futoro, ti ringrazio moltissimo per avermi dato la possibiltà di parlarti! Per me è stato veramente un piacere.

Grazie mille anche a te, è stato un piacere anche per me.





Spero che l'intervista vi sia stata d'aiuto a capire meglio "l'idea" di questo romanzo che mi ha coinvolto molto. 
QUI potrete trovare la mia recensione

Ora passiamo al giveaway:

il banner dell'iniziativa

codice:
<a target='_blank' title='ImageShack - Image And Video Hosting' href='http://fine-nelsogno.blogspot.com/2011/09/intervista-kim-edwards-e-giveaway-un.html'><img src='http://img684.imageshack.us/img684/3976/mitroveraib.jpg' border='0'/></a>



I semplici passi per partecipare:

1. Essere iscritti al blog (pubblicamente).
2. Lasciare un commento di senso compiuto e farci capire cosa vi attira di questo romanzo 
(partecipo non è sufficiente).
3. Compilare il forum. 

SCADE IL 30 SETTEMBRE 2011

In bocca al lupo a tutti!




39 pensieri:

federica.dequino ha detto...

La mia tesina per la maturità aveva come tema "Le donne nella storia", parlai anche delle suffragette ma mi farebbe piacere leggere le notizie in più che l'autrice di questo romanzo, e come le ha amalgamate con la storia. I libri scritti da donne sulle donne sono i miei preferiti da quando sono piccola per cui partecipo!
Grazie per questi bei giveaway.
Fede

Michela (o freaklelly) ha detto...

Devo dire che appena ho letto la trama e visto la copertina il mio primo pensiero è stato che la storia sapeva tutto di magia...! Non saprei dire perchè, mi sono innamorata subito, poi io adoro questo genere di romanzi in cui segreti a lungo taciuti vengono finalmente fuori dopo anni sconvolgendo o meno le esistenze dei protagonisti (stile Kate Morton!). Ovviamente partecipo!!

Giav93 ha detto...

Sì, Michela, tipo Ritorno a Riverton Manor? Con quella conclusione sconvolgente! *______*
Comunque anche io sono rimasta subito colpita dal mistero che avvolge fitto questo romanzo, perchè non tentare? incrocio le dita **

Crissy ha detto...

Libro interessante.. per il mistero che avvolge la storia, per la perdita del padre di Lucy.. chissà cosa scoprirà la nostra protagonista..Voglio leggerlooo!

Mik_94 ha detto...

Partecipo molto volentieri. Il libro mi affascina e,sinceramente,non saprei cosa aspettarmi da una lettura simile. Credo che potrebbe rivelarsi una bella sorpresa. La trama è molto interessante, la copertina suggestiva come poche.

mariaenunzia ha detto...

Non conoscevo Kim Edwards e di conseguenza non ho letto i suoi precedenti due libri "La figlia del silenzio" e "La madre perfetta".Ma questo suo nuovo libro mi ispira,la trama è intrigante e anche la copertina è molto bella.Quindi partecipo più che volentieri a questo giveaway.

Maria ha detto...

Lessi tempo fa " La figlia del silenzio",romanzo che mi colpì per la sua profondità e per la raffinatezza con cui era scritto. " La madre perfetta" ,invece,che mi fu prestato da un'amica, lo trovai davvero pessimo. Deludente. Spero di poter vincere questo libro e di farmi un'opinione precisa dell'autrice. Staremo a vedere :))

Laura ha detto...

Adoro le storie di famiglia! forse perchè di una parte della famiglia non so nulla ... forse perchè anche io vorrei viaggiare alla ricerca delle storie misteriose dei miei parenti oltreoceano, vorrei ma non posso... la quotidianità e il lavoro non mi permettono di stare via molto tempo... chissà un giorno farò una pazzia mollerò tutto e partirò... magari poi ci ritroviamo qui dove sono io a raccontare la mia storia... chissà.... nel frattempo... non mi resta che sognare con le storie raccontate dagli altri...

Morna ha detto...

Bellissima intervista, cara!! :D
Devo dire che por non avendo letto nulla dell'autrice questo libro mi attira parecchio, mi sembra misterioso e interessante allo stesso tempo! Incrocio le dita! :D

vale ha detto...

io sono amante dei libri che parlano di donne io non conosco l autrice mà penso che comprerò il romanzo è interessante come può una persona riscoprire il passato metto il link sul blog http://concorsiblogcandyegiveaway.blogspot.com

MissFlour ha detto...

La storia di Lucy e del mistero che la lega al personaggio di Rose mi incuriosisce molto... Soprattutto la figura di Rose sembra molto interessante, sembra una donna forte e mi piace molto l'idea che sia vissuta in un periodo storico così importante per tutte le donne!
Sembra un bel libro, con una bella storia e soprattutto non banale!
Partecipo volentieri!

Fata Fatata ha detto...

partecipo e condivido https://www.facebook.com/dolcemanu86
email:ilregnofatato@hotmail.it

susina ha detto...

la trama è davvero affascinante, ti fa venir voglia di leggere il libro e di scoprire il mistero che aleggia sulla casa e sulle lettere!!
ho sempre amato quando nei libri, o nei film , il protagonista scopriva qualcosa tramite delle epistole!! lo trovo estremamente romantico, come accadeva in tempi passati e l'unico modo per comunicare era scriversi delle lettere!

bella intervista, peccato che il video non sia venuto!

baci susi

Carmen ha detto...

ciao partecipo e condivido su fb!

ho letto una breve recensione del suo precedente libro, la figlia del silenzio...e mi è rimasta impressa x l'eleganza dello stile..
spero d vincere il libro x poter apprezzare ancor meglio chi scrive :)

Carmen giveaway

Stefania ha detto...

Partecipo perchè adesso devo scoprire anche io di quale segreto terribile si tratti. Dev'essere brutto tornare sui luoghi abbandonati a seguito di una brutta tragedia. Sono curiosa di "leggere" le sensazioni che trasmette questo libro.
Chissà... attendo incrociata e vi ringrazio!

Sharon ha detto...

partecipo, questo libro mi affascina molto x il mistero che avvolge la storia.. sono proprio curiosa di vedere di cosa si tratta :)

verox2009 ha detto...

Partecipo! Avevo già sentito parlare di questo libro, mi sembra di capire che si tratta di un romanzo di formazione e la cosa mi piace davvero, è bello veder "crescere" il personaggio principale nel corso della storia. Sono davvero curiosa di sapere come Lucy supererà la sua perdita!^^
Stupenda l'intervista, stima eterna all'autrice che si è ispirata alla cometa di Halley per questo romanzo, davvero un'ispirazione curiosa.
Buona fortuna a tutti!
Un saluto!**
Veronica

micia ha detto...

Legami familiari, emozioni, ricordi.
Una buona trama.

Ciao grazie

Bluewings ha detto...

Ho trovato molto interessante l'intervista.
La copertina e la trama mi intrigano parecchio.
Incrocio le dita.
Grazie mille!

Lilith ha detto...

sembra una vicenda interessante, sono curiosa di scoprire la verità su Rose insieme a Lucy :)

follettina76 ha detto...

Un libro con un argomento forte e importante che fa riflettere su tutto cio' che abbiamo perche' spesso lo diamo per scontato...ma non e' cosi'...
-Email: debby.7@hotmail.it

Michela (o freaklelly) ha detto...

@Giav93 scusa il ritardo! Ma anche "Il giardino dei segreti" *.* E' stato mooolto bello, uno dei miei libri preferiti!!

tortorina89 ha detto...

Sembra un libro molto interessante, ed ammetto che non è il genere che di solito leggo io... E' positivo il fatto che mi incuriosisca!
Sono ansiosa di sapere lo svolgimento di questa storia, anche perchè è facile fare ipotesi, quindi vorrei capire se è davvero così semplice, oppure c'è qualcosa nascosto tra le righe! =)

sofi97 ha detto...

questa storia mi incuriosisce davvero tanto! anche se non ho ancora letto il libro , la protagonista da quel poco che so mi affascina! la cover è davvero bella! ho visto l'originale e non era cosi bella!!!!!!!!!!Wao**

Nikka26 ha detto...

La trama di questo libro mi incuriosisce moltissimo!! La sospance si avverte già dalla trama, mi piacerebbe tantissimo sapere come si evolve la storia e avere le risposte a tutte la domande che, devo ammettere, già ho!!
Incrocio le dita!!

mammasuperabile ha detto...

che dire... forse è difficile trovar un motivo x non leggere 'sto bel libro!
la ricerca a valle è stata minuziosa...
le descrizioni sono molto curate...
il periodo storico non è fisso ma sembra comunque ben incentrato in momenti storici importanti per noi donne...
le donne forti sono sempre personaggi affascinanti...
saper affrontare un lutto è una delle sfide che ti mette davanti la vita prima o poi!
bhe se non basta.......
LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO LO VOGLIO

caty ha detto...

non potrei non desideralo *___________*
quando si parla di donne e si fa riferimento alle loro battaglie...come faccio a non volerlo leggere?!
nick follower blog= catymariposina

francy ha detto...

Anche io vorrei provare a vincere il libro! Ci sarebbero tanti motivi per leggere un libro del genere. Primo fra tutti una bellissima storia di donne e di mistero. Questo basta a suscitare in me la curiosità di leggerlo. Non ho mai letto niente di Kim Edwards, spero di rifarmi adesso.

Aliena ha detto...

Complimenti per l'intervista, è molto carina!
Questo libro mi aveva già incuriosito quando ne avevi parlato la scorsa settimana. Sono sempre attratta da libri che vedono figure femminili tornare alle proprie origini alla ricerca di qualcosa. E mi incuriosisce molto la parte sulla lavorazione del vetro :)

Daniela ha detto...

Ho letto varie recensioni di questo libro - che era già nella mia lista - e la trama mi affascina molto poiché mi piacciono le storie fatte anche di mistero. Mi piacerebbe conoscere la storia di Lucy. Invero, ho già letto il libro precedente di Kim Edwards "Figlia del silenzio" e mi è piaciuto molto. Spero che anche "Un giorno mi troverai" sia altrettanto bello.

Reina ha detto...

Adoro questo genere di libri, una storia di donne e di mistero! Senza contare che mi piacerebbe moltissimo leggere cosa ha approfondito sulla storia delle suffragette. Mi piacerebbe davvero moltissimo leggere questo libro!
Ottima intervista! :)

Sara Booklover ha detto...

Allora, innanzittutto mi piacerebbe leggere questo libro perché ho sentito parlare bene di questa autrice a riguardo del suo precedente libro "la figlia del silenzio" e a leggere la trama di questo, sembrerebbe non essere da meno. Amo le storia di mistero e segreti, soprattutto quelle che riguardano le donne. In più mi sembra di capire che nel libro si parli anche di emancipazione femminile e "suffragette" (termine questo che non conoscevo) e quindi sono convinta che la lettura di questo libro oltre a farmi passare delle ore spensierate mi arricchirà anche a livello culturale.

Dolce Candy ha detto...

adoro leggere tutti i generi di libri. mi è capitato già di leggerne la trama e mi sembra davvero avvincente, inoltre non ho mai letto nessun libro di qst autrice, quindi mi piacerebbe conoscerla. non mi resta dunque che sperare in un pò di fortuna

Lexy ha detto...

Libro davvero accattivante...m’intriga molto il mistero che si cela dentro questa storia oltre alla cover magnifica *-* Tento e incrocio le dita forte forte ^^

Sherry86 ha detto...

La trama misteriosa mi aveva già avvinta, corroborata da un'ottima recensione.
Ma l'intervista con l'adorabile autrice mi ha estasiata.
Partecipo per entrambi i motivi parimerito, sperando di poter, assieme a Lucy (mia omonina inglese) scoprire il mistero che nasconde Rose (omonima inglese di mia sorella :) che sottigliezza curiosa)

Lucia

mmonkey ha detto...

Ok...libro che iìmi ha lasciata perplessa :-/ in senso positivo però! mi intriga parecchio! Mi piacerebbe approfondire la lettura e sapendo cosa ne pensi dalla recensione mi incuriosito ancora di più! :):) quindi perchè non partecipare?
intervista interessante e...grazie per l'opportunità!
incrocio le dita! xDxD

Christy ha detto...

Voglio partecipare...me ne hanno parlato bene e vorrei leggerlo! Trama avvincente, mi ispira e mi incuriosisce molto...Vorrei capire cosa c'entra la donna e la bambina con la morte del padre...spero di avere fortuna =D

.. ha detto...

I libri scritti dalle donne per raccontare storie di donne sono sicuramente i miei preferiti.. ricordo tempo fa che ne lessi uno (La casa delle sorelle) letta x caso ma che divenne x me il + bel libro mai letto..
spero di poter leggere anche questo =)

piukina81@gmail.com

Bina's Wonderland ha detto...

Quest'estate ho avuto il piacere di leggere "Figlia del silenzio" e lo stile e la trama mi ha colpito in pieno ! Kim edwards non parla di fantasia, di eroi o di happy ending .. parla di realtà, di errori, di rimorsi e di sconfitte. Parla delle persone vere, come sono e non come vogliono apparire. E credo che ciò non mancherà anche in questo libro !

fabina@hotmail.it

add

add1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... http://www.wikio.it

traduttore

le ultime recensioni

le ultime recensioni
clicca l'immagine

la voce

il dono

kayla

I nostri lettori

Chi ci segue?

I miei lettori

Follow Twitter

bottone wikio

http://www.wikio.it

facebook

Aspettiamo

Aspettiamo
clicca l'immagine

14 novembre

14 novembre

22novembre

div

div

icone giudizio

Icone di giudizio

Icone di giudizio ...^^

Icone di giudizio ...^^

div

div

archivio

archivio

Blog Archive

div

div

librerie anobii

LE NOSTRE LIBRERIE SU ANOBII

lib.Fine

LIBRERIA FINE

anobii F

lib.Sogno

LIBRERIA SOGNO