puntatore

The Holy Bible And Cross

potere alla storia

potere alla storia

Blog Archive

Partecipiamo

Partecipiamo
Historical Fiction Challenge 2012

consigliati da noi

consigliati da noi

l'artiglio del leone

avevano spento anche la luna

sosteniamo

SOSTENIAMO ---------- Image and video hosting by TinyPic

POST PIU CLICCATI

POST PIU CLICCATI

div

div

legge

div

div

serie TV1

Serie Tv interessanti:

borgia

borgia

the tudors

the tudors

downton abbey

downton abbey

titanic

titanic

div

div

GEMELLATO CON

IL BLOG è GEMELLATO CON:

collaboriamo

collaboriamo

slidCollabora


Fine_Sogno. Powered by Blogger.
domenica 30 gennaio 2011

IL GIARDINO DEI SEGRETI di Kate Morton

Un romanzo straordinario, ammaliante e ricco di atmosfera.
In un giardino dimenticato, è sepolto un segreto di un passato tormentato!!!


Titolo: Il giardino segreto
Autore: Kate Morton
Editore: Sperling & Kupfer (collana Pandora)


Trama:


1913. Alla vigilia della Prima guerra mondiale, su una nave diretta in Australia, qualcuno trova una bambina abbandonata. Una donna misteriosa, l'Autrice, aveva promesso di prendersi cura di lei. Ma è scomparsa senza lasciare traccia. 1934. La sera del suo ventunesimo compleanno, Nell O'Connor scopre un segreto che cambierà la sua vita per sempre. 1976. Molti anni più tardi si lascerà tutto alle spalle per cercare la verità, e viaggiando fino alle coste della Cornovaglia spazzate dal vento, raggiungerà lo strano e bellissimo castello di Blackhurst, un tempo dimora della nobile famiglia dei Mountrachet. 2005. Alla morte di Nell, sua nipote Cassandra riceve un'eredità spettata. Il Cliff Cottage, con il suo giardino dimenticato, famoso per i segreti che nasconde: quelli dell'oscura famiglia Mountrachet, e della sua guardiana Eliza Makepeace, autrice di inquietanti favole vittoriane. E in quel giardino, alla fine, che Cassandra trova la verità sulle proprie origini, e scioglie l'antico mistero della bambina perduta.




Questo libro è travolgente! Passato e futuro si mescolano 
con maestria, catapultando il lettore in varie epoche, i 
personaggi sono descritti in maniera minuziosa, tanto che 
a volte sembra di averli conosciuti. 
Nell'animo si insidiano molti sentimenti come amore, rabbia 
e ingiustizia.... fino ad arrivare a un finale che conduce 
unicamente a un amore puro, senza pretese.
Io personalmente mi sono affezionata a Eliza Makepeace, 
ho combattuto e sofferto con lei durante tutto il romanzo , 
per amore è riuscita ad annullare i suoi sentimenti 
fino quasi a perdere se stessa, l'ho amata fino alla fine!
A volte ti senti persa proprio come lei, però come dice sua 
madre...."Non devi aspettare che qualcuno venga a salvarti"......
"Una ragazza che aspetta di essere salvata non imparerà mai 
a salvarsi da sola. E quand'anche ne avesse i mezzi, 
non troverebbe comunque il coraggio di farlo.
 Non aspettare, figlia mia
Trova il coraggio, impara a contare solo su te stessa".
Più il racconto va avanti e meno scontata diventa la fine 
anche se come Nell e Cassandra, non riesci a fare a meno
 di tirare varie conclusioni.... 
ok basta se no vi racconto il finale e che gusto ci sarebbe
 a leggerlo!!! Ma ricordate "Passato. Futuro. Famiglia".
Questo libro è come una fiaba che ti lascia scosso, 
ma vale veramente la pena di essere letta!!!!




L'AUTORE:

Kate Morton a 29 anni scrive 
il primo romanzo, che diventa subito 
un grande successo internazionale.
Con Il giardino dei segreti 
(Sperling & Kupfer 2010) conferma il suo
 talento e si afferma definitivamente sulla 
scena letteraria mondiale.
Affascinata dall'Ottocento, si è laureata
 con una tesi sulla tragedia 
nella letteratura vittoriana e ha svolto
 ricerche per un dottorato sul 
gotico nel romanzo contemporaneo.
Vive a Brisbane con la famiglia.
Nel 2007 la casa editrice Sonzogno ha
 pubblicato il suo primo 
romanzoRitorno a Riverton Manor 
(The House at Riverton).
Kate Morton fotografata nella casa 
autraliana di Brisbane dove 
scrive i suoi romanzi.


Sito ufficiale dell'autore QUI


BOOKTRAILER:


Elena P.Melodia


Buon giorno oggi qui per voi... ho l'onore di ospitare......
Elena P. Melodia
cosa dire persona gentile disponibilissima!!!! 
(piccola presentazione)


Il suo vero nome è Elena Peduzzi ed è nata nel 1974 a Verona, dove vive con i suoi due 
cani Watson e Muttley. Laureata in lettere con indirizzo classico, ha lavorato per qualche 
tempo come archeologa medievista, prima di approdare alla redazione di una grande casa 
editrice, dove per anni si è occupata di narrativa per ragazzi. Ombra rappresenta il 
secondo episodio della saga urban fantasy My Land, dopo il folgorante esordio di Buio (Fazi Editore, 2009), tradotto in Germania, Francia, Spagna, Brasile, Turchia, Israele e già opzionato per il cinema da Brando De Sica. 



Titolo Buio (primo volume della saga)
TRAMA
Diciassette anni, bellissima, apparentemente sicura di sé ma fragile e inquieta, Alma ha un solo credo: "Sorrisi e lacrime possono essere molto pericolosi se lasciati fuori controllo". Se lo ripete ogni mattina, quando esce di casa per affrontare la Città là fuori e cammina sotto un perenne cielo grigio, diretta a scuola con il suo zaino, rigorosamente viola. Tutto ciò che Alma adora è viola. Come la copertina del quaderno che ha comprato in una strana cartoleria del centro pochi giorni prima, quando tutto ha avuto inizio e la sua vita ha cominciato a scivolare in un assurdo incubo senza fine. Una serie di efferati omicidi sta infatti trasformando in realtà i racconti che Alma scrive di notte, come in preda a un'inspiegabile trance, rendendosi conto solo al suo risveglio che i deliri di paura e violenza affidati alle pagine di quel quaderno anticipano le mosse dell'assassino. Mentre la polizia indaga senza risultati e i giornali si scatenano, Alma si ritrova sempre più isolata, alle prese con qualcosa di grande e oscuro, che sfiora la natura stessa del Male e che pure sembra riemergere dal suo passato, insieme ai continui, lancinanti mal di testa che la assalgono come per avvertirla di qualche pericolo. Soltanto Morgan, il ragazzo più misterioso e sfuggente della scuola, i cui incredibili occhi viola sanno leggere nel suo cuore come nessun altro, sembra in grado di fornirle le risposte sulle sinistre presenze che le si addensano intorno.

Per chi non avesse letto Buio QUI , Lain Fazi lo mette a disposizione.

All'inizio Alma non mi aveva colpito particolarmente, la trovavo un pò antipatica con il procedere della storia è inevitabile legarsi a lei e i suoi problemi
(affronta tematiche difficili, come l'anoressia o le sette sataniche e altro...) . 
Lo stile dell'autrice è scorrevole , diretto, coinvolgente direi 
con la giusta dose di suspance .



Titolo: Ombra (secondo volume)
Trama:
Alma apre gli occhi. Incredula, con la testa dolorante, si ritrova su un pavimento di legno, all'interno di un negozio del centro. Accanto a lei, il corpo senza vita del vecchio cartolaio, che lei ben conosce e che tanto spesso, col suo sorriso gentile, le ha regalato un momento di conforto nelle sue giornate. Non ci sono dubbi: è l'ennesima vittima dei Master, le creature provenienti dal mondo malefico che getta la sua ombra sulla Città. Alma non può fare altro che fuggire, sempre più terrorizzata e sola. Morgan, l'enigmatico ragazzo dagli occhi viola, l'unico che sembrava capirla e conoscerla davvero, è scomparso nel nulla. Senza di lui, la scuola è solo una stanza vuota. Alma non prova più gioia nel suo cuore, nemmeno per l'amica Seline, che sembra finalmente serena vicino ad Adam. Del resto, quando è stata l'ultima volta che Alma si è sentita felice? Com'è possibile che non sia mai riuscita a legarsi a un ragazzo prima di Morgan? E perché anche nei suoi riguardi quel che sente, in fondo, è solo tanta confusione? Le risposte, scoprirà, hanno a che fare con la sua stessa natura e le sue vere, oscure origini. Risposte affidate agli occhi di una ragazza di cui Alma fissa incredula la fotografia esposta a una mostra, riconoscendovi il proprio ritratto. Quelle risposte sono a portata di mano, nel mondo parallelo di My Land da cui Alma proviene, al di là di una porta chiusa che solo Morgan può insegnarle ad aprire e di cui lei, senza saperlo, possiede già la chiave.

Questo secondo volume pone  molte risposte a domande lasciate in sospeso.
My Land è un mondo incredibile, un mondo situato nelle profondità della terra, dove stazionano le anime disperate che non hanno ricevuto un corpo. 
Finalmente un urban fantasy con un universo nuovo....diverso dai soliti vampiri, licantropi ecc...



Ed Eccoci arrivati....

Ciao Elena, benvenuta nel nostro blog: Alla fine del sogno.
Sono molto molto felice di intervistarti e di averti come “ospite”. Ti va di raccontarti ai nostri lettori?

Certo e con grande piacere!


Quali sono gli scrittori che ti hanno spinta a scrivere e in un certo senso “formata”?

Io leggo di tutto, dalla saggistica ai romanzi, di generi diversi. Mi piace cambiare stili e contenuti. Se parliamo però di formazione, bisogna tornare indietro nel tempo, ai classici, greci soprattutto. L’odissea è il primo fantasy che sia stato scritto. Per non parlare poi, secoli dopo, della Divina Commedia. Sembra una banalità, ma dalle opere classiche c’è tantissimo da imparare.

Quali sono gli autori che nell'ultimo periodo hanno attirato la tua attenzione?

King, Zafòn, Marvin Peake, Shirley Jackson... Potrei andare avanti a oltranza. Ora sto leggendo la biografia di Casanova.

Ti senti cambiata durante gli anni, dalla prima pubblicazione fino ad ora?

Cambiata non direi, forse solo un po’ cresciuta. Ho letto e scritto tanto nel mentre, e vissuto, e probabilmente, se dovessi riscrivere Buio lo farei in modo diverso.

A cosa ti sei ispirata per scrivere la saga MY LAND?

Era una domanda che avevo da tempo, quella sul percorso che fanno le anime, tra la morte e la nascita. Il dubbio successivo era: qual è la sorte di quelle che per qualche motivo non riescono a venire al mondo? Da questa idea è nata l’intera storia.

Diciamo che ho divorato i tuoi romanzi, leggendo recensioni qua e la si vocifera che la saga diventerà un film, ci puoi dire qualcosa al riguardo?

Intanto ti ringrazio delle tue parole. E poi, sì, ti confermo che i diritti sono stati opzionati da Brando De Sica. Il percorso verso la realizzazione del film però è lungo, quindi stiamo a vedere. Per me sarebbe ovviamente un sogno che si realizza.

Il personaggio e la vita di Alma sono cambiate molto durante il racconto, come definisci queste mutazioni?

Direi, naturali. I personaggi dei romanzi devono cambiare, come noi nella vita reale, altrimenti le esperienze che fanno non servono a nulla e soprattutto non servono al lettore che le vive insieme a loro. Alma è maturata attraverso l’incertezza e la sofferenza. Ha imparato che certe cose vanno conquistate e che non sempre la realtà è ciò che sembra. A ognuno di noi basterebbe indagare appena sotto la superficie delle cose per scoprirlo. Certo, poi va affrontato ciò che si scoperchia. Un po’ come la storia del vaso di Pandora. Quindi ci vuole coraggio. E Alma ne ha tanto.

L'aspetto anima e corpo nel tuo romanzo è molto intrigante come sei riuscita a svilupparlo?

Forse è merito dei miei studi classici, delle mie letture, del caso... Scherzi a parte, penso che quando si ha un pensiero, un modo di percepire e intendere le cose, sia molto più semplice ed efficace spiegarlo agli altri.

Una domanda un po' fuori tema, cosa ne pensi del fenomeno “vampiri” che ultimamente va per la maggiore?

Premetto che non sono una sostenitrice delle mode. Le seguo da lontano, con il cannocchiale, cercando di valutare ciò che eventualmente possa fare per me. Allo stesso modo non sono molto appassionata di vampiri, quindi ho letto il primo episodio della Mayer, la Rice e la Hamilton e mi sono fermata. Quello che si è sviluppato dal successo di Twilight è un’esplosione a catena di storie più o meno gradevoli, declinate su ogni genere di lettore, che cavalcano l’onda del momento, rischiando tuttavia di stancare.

Curiosità.... cosa puoi anticiparci del terzo volume LUCE?

Luce è il terzo e ultimo passo, il gradino più alto che Alma salirà. Andando sempre più a fondo nel suo passato, incontrerà finalmente colui che è l’artefice di ogni suo male. Ma si sa, insieme al male c’è sempre anche il bene e Alma si renderà conto che il suo era più vicino di quanto pensasse.

Ci puoi anticipare qualcosa per il futuro?

Sto lavorando a una nuova storia, in volume unico, ambientata in un albergo, molto particolare. Spero che un giorno verrà pubblicata. Per il resto continuo a scrivere per ragazzi. A marzo uscirà il mio primo romanzo per le medie, pubblicato da Einaudi Ragazzi in una nuova collana di autori italiani. E questa volta porterà il mio vero nome: Elena Peduzzi.

ok... questa era l'ultima domanda dell'interrogatorio.... Ti ringrazio tantissimo per il tempo che ci hai dedicato.Vuoi aggiungere qualcosa prima di salutarci?

Direi di sì: ma quando arriva la primavera?
Grazie a voi del divertente interrogatorio e in bocca al lupo per i vostri sogni!


Un grande imbocca al lupo anche da parte di tutte noi!!!!!!!!





giovedì 27 gennaio 2011

LA LETTRICE BUGIARDA

"Un segreto tra due gemmelle. Un testamento inatesso. Il destino che sta per compiersi" Titolo: La lettrice bugiarda Autore: Brunonia Barry Editore: Garzanti Trama: È estate e l'oceano ruggisce al largo della città di Salem. Towner Whitney è tornata dove tutto è cominciato. La grande casa segnata dalla salsedine è avvolta dal silenzio. Eppure a Towner sembra ancora di vedere la sua gemella Lindley mentre, con lei, ride e legge il futuro secondo un'antica arte trasmessa di madre in figlia tra le strane donne della famiglia Whitney. Towner era fuggita da tutto ciò, prigioniera del senso di colpa e della follia. Perché l'ultima volta che aveva previsto il futuro, Lindley era morta. Quindici anni dopo, la scomparsa dell'amata zia Eva la costringe a fare ritorno. Per ritrovarla, Towner non ha altra scelta: deve affrontare il segreto che la lega indissolubilmente a Lindley. Un segreto che affonda le radici in un passato inconfessabile che molti, nel clan Whitney e nella chiusa comunità di Salem, hanno cercato di rimuovere. Dalla madre di Towner, May, una donna dura e solitaria, che vive su un'isola sperduta, alla fragile Emma, marchiata da una ferita indelebile, fino a Cal, un ambiguo predicatore. Quando il corpo di Eva viene restituito dalle onde e un'altra ragazza scompare, Towner capisce di essere precipitata di nuovo nell'incubo di quella calda estate di quindici anni prima. Circondata dalle chiacchiere e dai sospetti, non può fare affidamento che su sé stessa. È questa l'eredità che Eva le ha lasciato: scrutare il futuro e distinguere vero e falso, odio e amore, realtà e sogno. Solo allora il velo che offusca il suo destino si solleverà. Questo libro lo comprato spinta dalla curiosità e trascinata da tutti i commenti entusiastici, alla fine ne sono rimasta molto delusa. Interessante l'argomento ma sviluppato in maniera disordinata e poco comprensibile. Odio iniziare i libri e non finirli....ma con questo ci sono andata davvero vicino! La storia, molte volte, si trascina lungamente, noioso... L'unica cosa che lo salva e' il colpo di scena finale, che non mi aspettavo. Autore:
Brunonia Barry ha studiato letteratura e scrittura creativa al Green Mountain College e nell'Università del New Hampshire ed è stata uno dei membri fondatori del Portland Stage Company. Ha poi vissuto un anno a Dublino al Trinity College per seguire un corso sull'Ulisse di James Joyce. Appassionata di teatro, ha trascorso un breve periodo a Manhattan a studiare sceneggiatura e quindi si è trasferita in California dove ha lavorato a svariati progetti continuando a studiare sceneggiatura con l'icona hollywoodiana Robert McKee. Tornata in Massachusetts con il marito, ha scritto libri per la Beacon Street Girls, una serie di fiction per adolescenti. Felicemente sposata, vive con il marito e con il loro cane, un Golden Retriever chiamato Byzantium. La lettrice bugiarda (Garzanti, 2009) ha avuto molto successo. Del 2010 è La ragazza che rubava le stelle.
Booktrailer: video
mercoledì 26 gennaio 2011

Quando l'amore non finisce

"Praga 1620 una giovane donna insegue la passione in un' Europa dilaniata dalla guerra." Titolo: Quando l'amore non finisce Autore: Charlotte Link Editore: Corbaccio Trama: Baviera, 1619: la Guerra dei Trent’anni. La più lunga guerra di religione della storia europea, che vede contrapposti sovrani cattolici e protestanti al prezzo della distruzione di paesi e città. La giovane Margaretha von Ragnitz è un’aristocratica cresciuta nella cattolica Baviera a cui poco interessa la ragion di stato e che, per amore di un nobile protestante, Richard, fugge dal convento in cui studiava per trasferirsi a Praga.

Ma la politica e la guerra sono destinate a travolgere i destini di ciascuno e Richard alla fine non avrà il coraggio di unirsi a una cattolica. Ripudiata dalla famiglia di origine, sola in una capitale straniera, Margaretha troverà l’appoggio di un ufficiale, Maurice, che non ama, ma che sposerà.

Seguono anni difficili, segnati dalla guerra. Margaretha, che ancora non ha conosciuto la passione, abbandona Praga e il marito per tornare in Baviera, nel convento dove aveva vissuto da ragazzina alla ricerca della sua famiglia e di una vita diversa. Ma qui, di fronte a situazioni nuove e inaspettate, avrà modo di riflettere sul suo passato e sul suo futuro…

Bellissimo!! All' inizio non ero molto convinta se comprarlo o meno, ma alla fine ho fatto la scelta migliore. Charlotte Link Con la sua spiccata sensibilità ed un linguaggio semplice e raffinato è riuscita a creare un capolavoro.. riesce senza nessuna difficoltà ha descrivere la situazione socio-politica e culturale dell'Europa seicentesca, descrive i luoghi è le persone in modo molto realistico, amicizie perse e ritrovate, disgrazie personali (affrontate con forza d'animo), sogni infranti... una bellissima storia d'amore ( e il tutto crea un bel mix...). E' il primo romanzo che leggo di questa scrittrice, sicuramente ne leggerò altri. Consigliatissimo!

Autore: Charlotte Link, nata nel 1963, è una delle scrittrici tedesche contemporanee più affermate. Deve la sua fama soprattutto alla sua versatilità: conosciuta inizialmente per i suoi romanzi a sfondo storico, ha avuto molto successo anche con i suoi romanzi psicologici, tanto che ogni suo nuovo libro occupa per mesi i primi posti delle classifiche tedesche.

martedì 25 gennaio 2011

La biblioteca dei libri proibiti

 Sono solo una bambina. Qui non potrei entrare. Per questo devo dire le bugie.Per questo mi restano solo i libri.
"Un mistero talmente originale che anche il lettore più esperto si chiederà cos'è vero e cosa non lo è"


Titolo: La biblioteca dei libri proibiti
Autore: John Harding
Editore: Garzanti


Trama:
New England, 1891. È notte fonda ormai. Nell'antica dimora di Blithe House regnano il silenzio e l'oscurità. Per Florence, giovane orfana di dodici anni, è finalmente giunto il momento che ogni giorno aspetta con ansia. Attenta a non far rumore, sale le scale ed entra nella vecchia biblioteca. Nella grande stanza abitata dalla polvere e dall'abbandono ci sono gli unici amici che le tengano davvero compagnia, i libri. Libri proibiti per Florence. Non potrebbe nemmeno toccarli: da sempre le è vietato leggere. Così le ha imposto lo zio che l'ha allevata insieme al fratellino Giles. Un uomo misterioso, che l'ha condannata a vivere confinata in casa insieme alla servitù.
Ma Florence è furba e determinata e ha imparato a leggere da sola. Ha intuito che nei libri è racchiusa la strada per la libertà. Perché proprio in quella biblioteca, tra i vecchi volumi di Sir Walter Scott, Jane Austen, Charles Dickens, George Eliot e Shakespeare, si nasconde un segreto che affonda le radici in un passato legato a doppio filo alla morte dei suoi genitori.
Una terribile verità che, notte dopo notte, getta ombre sempre più inquietanti sulla vita di tutti. Strani episodi iniziano a sconvolgere la dimora. Prima la morte violenta e inspiegabile di una delle governanti, poi l'arrivo della nuova istitutrice del fratellino, una donna dura, che odia Florence con tutta sé stessa. Per la ragazza camminare per i corridoi della casa è sempre più pericoloso.
Deve essere astuta e stare attenta a tutto, al minimo scricchiolio del legno, a un soffio di vento, agli occhi che la fissano sinistri dai dipinti. La verità ora è una questione di vita o di morte. E per trovarla Florence avrà bisogno delle parole che si annidano nei libri e dell'anima oscura che si nasconde in lei. 





Il punto di forza del romanzo è l’inganno, la realtà che è diversa da ciò che sembra e  l’ inaspettata verità che assale il lettore solo nel finale e lo costringe a ripercorrere  il romanzo per cercare indizi che erano presenti, ma interpretati diversamente.
 L'atmosfera è sinistra e piena di misteri. La biblioteca, i corridoi, il buio, tutto è descritto in modo reale tanto che sembra di essere proprio a Blithe House.
La nota negativa è che a volte il ritmo del romanzo è molto lento e inoltre  alcuni aspetti nel libro non vengono mai menzionati mentre nella descrizione si; mi auguro che ci sia un seguito!




L'AUTORE:
John Harding è nato nel 1951 a Fenland, piccolo villaggio della regione di Ely, a est dell'Inghilterra. Si è trasferito per il college al St Catherine di Oxford.
Ha lavorato dapprima come giornalista, poi come editor, prima di diventare uno scrittore. Vive a Richmond con la moglie e i due figli.


Video e booktrailer:



add

add1

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... http://www.wikio.it

traduttore

Search

Caricamento in corso...

le ultime recensioni

le ultime recensioni
clicca l'immagine

la voce

il dono

kayla

I nostri lettori

Chi ci segue?

I miei lettori

Follow Twitter

bottone wikio

http://www.wikio.it

facebook

Aspettiamo

Aspettiamo
clicca l'immagine

14 novembre

14 novembre

22novembre

div

div

icone giudizio

Icone di giudizio

Icone di giudizio ...^^

Icone di giudizio ...^^

div

div

archivio

archivio

Blog Archive

div

div

librerie anobii

LE NOSTRE LIBRERIE SU ANOBII

lib.Fine

LIBRERIA FINE

anobii F

lib.Sogno

LIBRERIA SOGNO